• Scritto da: admin
  • Pubblicato In: Mindfulness
  • Data Pubblicazione: 2016-06-27
  • Hits: 470
  • Commento: 0

Analizziamo insieme il concetto di consapevolezza

Cosa si intende con la parola consapevolezza? Qual è il concetto di consapevolezza? È importante essere consapevoli di se stessi? Scoprilo su Phedros!

Innanzitutto: che cos'è il concetto di consapevolezza?

Dare una semplice definizione di cosa sia il concetto di consapevolezza non è compito facile per nessuno, considerando la moltitudine di interpretazioni soggettive possibili e la vastità concettuale che può essere racchiusa dietro una semplice parola come questa.

Il termine consapevolezza deriva da l'unione tra con e sapere, con-sapere, ovvero essere a conoscenza di qualcosa, rendersi conto di qualcosa. Tutti noi abbiamo usato questo termine tantissime volte nella vita, sia per parlare di altri che per parlare di noi stessi, e sempre tantissimi saranno i concetti per cui abbiamo usato questa parola: consapevole di dover studiare per l'esame, consapevole di dover svegliarsi  presto per andare al lavoro, consapevole di voler bene a qualcuno.

Se però  scavassimo a fondo  nel concetto di consapevolezza, spogliando il termine dall'influenza della vita frenetica di tutti i giorni, e ricercandone un significato più profondo e allo stesso tempo più vicino al nostro essere, giungeremmo sicuramente a parlare di consapevolezza di sé stessi.

 

Il concetto di consapevolezza di sé.

L'essere umano, con la sua parte conscia, inconscia e superconscia, è più consapevole di se stesso rispetto agli altri esseri viventi che popolano il nostro pianeta. Gli animali, animati da una consapevolezza parziale dettata da puro istinto e dalla comprensione attraverso l'esperienza, non hanno la capacità di rendersi conto di se stessi  all'interno di una visione più ampia e globale della vita. L'essere umano è l'unico essere in grado di percepire la presenza del superconscio, oltre che delle parti conscia e inconscia, di se stesso ed è l'unico essere in grado di collocarsi all'interno di una visione più ampia dell'esistenza.

La consapevolezza di se stessi quindi rappresenta uno dei più potenti strumenti che l'uomo possiede, che lo aiuta a definirsi in maniera diversa dalle apparenze e a percepire la realtà con occhi nuovi, e che apre la strada verso la propria felicità.

Il concetto di consapevolezza del "qui e ora".

Purtroppo la vita di tutti i giorni è molto cambiata rispetto a quella di un tempo, diventando sempre più frenetica e caotica, addossandoci la costante sensazione di dover raggiungere un qualcosa, sempre con più fretta, sempre con più vigore. Questo ha fatto si che la consapevolezza di se stessi venisse minata dal mondo esterno, cariandoci di ansie per il futuro e facendoci trascinare il peso del passato, rendendo di conseguenza più opaca la consapevolezza del "qui e ora".

La consapevolezza del qui e ora è la capacità di prestare attenzione al momento presente, senza alcun tipo di filtro imposto dall'esterno, senza osservare noi stessi in maniera inquisitoria e giudicante, senza doverci per forza paragonare a qualcosa. Semplicemente noi, ora, nel mondo.

Questo concetto è la base della filosofia buddista e fulcro della disciplina olistica Mindfulness (che significa proprio "consapevolezza"), attraverso cui si ricerca l'essenza di noi stessi ,  si impara a sentire e conoscere il nostro corpo, a ritrovare la serenità  e l'equilibrio della  nostra mente troppo influenzata dall'esterno; serve a ricercare e ritrovare noi stessi in maniera pura, incondizionata, unica maniera per raggiungere la tanto desiderata "consapevolezza di sé".

LEGGI ANCHE >>> Eliminare stress e ansia con la Mindfulness.

Tag:

Lascia un commento