• Scritto da: Viviana Bertoglio
  • Pubblicato In: PSYCH-K ®
  • Data Pubblicazione: 2018-09-18
  • Hits: 1125
  • Commento: 0

Come trovare le convinzioni limitanti

"Non so quali siano le mie convinzioni limitanti!" Ho sentito che molte persone sono preoccupate all’idea di trovare un modo “giusto ed efficace” per capire quali sono le loro convinzioni limitanti. In realtà le paure sono ingiustificate: è infatti impossibile avere credenze limitanti e non saperlo, o meglio, non sentirlo. Per aiutarci ad eliminare queste paure, suggerisco questi semplici esempi su come identificare le convinzioni limitanti, che ho imparato da Achieve Today, società americana che si occupa di crescita personale.

Ogni volta che hai un pensiero negativo unito a una forte sensazione negativa, hai la possibilità di individuare una convinzione limitante, quella convinzione limitante che in quel momento sta generando l’energia negativa dentro di te. 
Per identificare le tue convinzioni limitanti, quindi, è buona pratica annotare tutti i sentimenti negativi che senti dentro di te durante il giorno, prendendo anche nota delle sensazioni specifiche. 

Nel momento in cui si attiva un’emozione negativa, la reazione migliore è quella di neutralizzare l’energia negativa immediatamente, in modo che non cresca dentro di te. 

Hai 17 secondi di tempo per fissare o cambiare la tua energia

Sappiamo che l’energia cresce a spirale (cfr la scala delle emozioni). Per fissarsi dentro te, all’energia bastano 17 secondi. Ci vogliono 17 secondi infatti per far sì che l’energia all'interno dei protoni e dei neutroni delle tue cellule metta in risonanza le loro vibrazioni con le tue. Una volta che la vibrazione della negatività si “fissa” in te dopo questi 17 secondi, il tuo corpo inizia ad emettere quello stesso livello di  vibrazioni e ad  attirare "cose ed eventi" che corrispondono a quella vibrazione.
Se correggi le tue emozioni negative entro 17 secondi, puoi evitare di attirare qualcosa di negativo.

È più facile identificare le convinzioni limitanti se è possibile risalire e identificare i cosiddetti "trigger" (letteralmente “grilletto”, nel caso specifico “la causa che scatena l’emozione”) delle convinzioni limitanti. Ecco alcuni esempi di trigger che tutti noi abbiamo sperimentato in qualche modo:

1)    Ti sconvolge vedere qualcuno che  fa qualcosa di diverso da te. Questa emozione ti indica che hai la convinzione limitante che gli altri debbano essere come te.
2)    Ti offendi facilmente. Questo indica che hai bisogno di una convalida esterna e che quindi  non accetti e non ami te stesso.
3)    Ogni tua frase inizia con "Non penso ..." o "Non può funzionare ...". Si tratta di una tendenza fondamentale a “non credere”! Dimostra che non ti fidi del fatto che l'Universo è benevolo e ti sosterrà.
4)    C’è qualcosa che non ti piace fortemente e lo esprimi con forte emozione negativa, ad esempio: "Odio il governo.."
5)    Dici spesso agli altri ciò che pensi che dovrebbero fare. Questo indica che non stai permettendo ad altre persone di creare la loro vita come vogliono e ciò ti impedirà di essere in grado di farlo tu stesso.

Come scoprire le tue convinzioni limitanti non è più un mistero!

Le emozioni negative indicano sempre una convinzione limitante e se non si hanno emozioni negative allora non si hanno convinzioni limitanti. Non è assolutamente necessario preoccuparsi della loro esistenza se non ne hai già conoscenza, se non ti senti limitato. E quando ti senti limitato, hai l’occasione per individuarle e modificarle.

Vuoi imparare a modificare le tue convinzioni limitanti?

Leggi anche Come riprogrammare il subconscio con PSYCH-K

Evento importante a Roma: Seminario con Steve Wells il 12-14 ottobre

 

Tag: PSYCH-K®

Lascia un commento