Informazioni contraddittorie ? Come scegliere ciò che è utile per noi

La maggior parte di noi in questo momento passa gran parte del proprio tempo sui social, su internet, in cerca di notizie per cercare di capire meglio cosa sta accadendo.

La voglia di capire e di trovare una buona notizia che annunci che è finito tutto e che possiamo tornare alla vita di prima, ci spinge a una lettura spasmodica e continua di ogni articolo condiviso, proposto, segnalato sullo schermo del nostro cellulare.

Dati scientifici e soggettivi, percentuali, dati statistici, a una prima impressione sembrano avere tutti valore. Cerchiamo quindi di immagazzinare la maggiore quantità di informazioni possibili, al fine di riuscire ad avere un quadro chiaro degli eventi che ci stanno svolgendo.

Purtroppo però spesso, la grande quantità di informazioni, spesso discordanti tra loro, finiscono per disorientarci e confonderci. E cosa resta? Paura e ansia.

Phedros, nella persona di Viviana Bertoglio, in questo breve video offre un suggerimento per capire quando dare credito a una notizia e quando invece è bene lasciarla tornare dove l’abbiamo trovata.

“Ognuno ottiene così tante informazioni nell’arco della giornata da perdere il proprio buonsenso”

(Gertrud Stein)

Guarda il video:

 

Buonasera, in questo momento il tema più importante di cui tutti parliamo tutti è il Covid-19 o anche Corona virus.

Ci sono tanti modi per affrontare il tema.

Tutti comunque bene o male tendono a informarsi, ognuno nei propri canali preferiti. C’è chi predilige i sistemi tradizionali: giornali, televisione. Chi invece vuole l'informazione alternativa che si può avere comunque liberamente sulla rete e sui social.

Molte delle persone con cui interagisco mi chiedono pareri e come orientarsi in questo mare di notizie. Anzi spesso la critica che viene fatta è proprio che queste notizie sono contraddittorie.

Prima di tutto diciamo che il fatto che siano contraddittorie non è una cosa negativa anzi. Vuol dire che non c'è un unico pensiero dominante imposto, ma che c'è libero spazio all'interpretazione individuale.

L'interpretazione individuale, in qualche modo, dal punto di vista di chi riceve la notizia, è fondamentale.

E’ chiaro che quando vogliamo imporre ad altri la nostra visione, questa diventa una forma di sopraffazione attraverso cui dopo aver proposto tentiamo di sostenere forzatamente la nostra tesi.

Quindi l'invito che vi faccio è intanto di apprezzare il fatto che ci siano tante fonti alternative. E’ bene che ognuno, nel suo modo, esprima il proprio punto di vista, il proprio parere.

Ci sono, per esempio, quelli che diffondono paura, perché hanno paura e dicono “state a casa”, “non vi muovete”. Hanno il terrore di quello che può succedere attraverso questa malattia.

Ci sono quelli che invece si preoccupano tantissimo per gli altri. Lo fanno con uno spirito di protezione delle altre persone.

Ci sono i complottisti che dietro tutto questo vedono un grande disegno economico che ha il fine di stabilire un nuovo ordine mondiale o per tantissime motivazioni che sono tutte interessanti, alcune anche molto divertenti.

Poi ci sono le persone, delle quali mi sento parte, che si pongono nella posizione di osservatori di tutti gli eventi mondiali con la coscienza di non poter intervenire direttamente ma che sono consapevoli di poter essere di supporto e aiuto alle persone con cui si entra in contatto:un amico che incontro per strada, un cliente o una persona che guarda un mio video.

Non voglio dire che questo punto di vista sia il migliore, anzi vi prego di filtrare quanto dico e di applicarlo solo se vi sentite in risonanza.

Ovviamente io, come tutti, ho la mia visione di tutto quello che sta succedendo, ma in questa sede non voglio parlarvi di questo. Penso che ci siano tante verità e ognuno ha la sua, ma soprattutto siamo noi che creiamo la nostra realtà attraverso ciò su cui concentriamo la nostra attenzione.

Scopri in modo semplice e veloce come si applica la legge di attrazione!

Come navigare in questo mare di notizie?

Quello che voglio proporvi è un modo per orientarvi nella giusta direzione quando qualcuno vi dà un’informazione o quando siete voi che cercate di avere delle notizie.

E’ un modo molto utile e semplice per decidere se un'informazione la vogliamo trattenere o la vogliamo rifiutare.

Dobbiamo connetterci con noi stessi profondamente e sentire cosa proviamo di fronte quello che stiamo leggendo o ascoltando.

  • Stiamo provando costrizione e quindi paura?
  • Stiamo provando una sensazione di espansione della nostra coscienza?

Il nostro obiettivo è sempre espandere la nostra coscienza.

Perciò l'unico consiglio che posso darvi nel valutare le informazioni che vi arrivano, è quello di scegliere quelle che vi fanno rispondere in modo affermativo alla seconda domanda: tutto ciò che espande la vostra coscienza e non la contrae vi fa sicuramente bene.

Questa è l'unica cosa che mi sento sinceramente di poter dire in questo momento: sentite le vostre emozioni e date loro retta.

Non dimentichiamo che le piccole emozioni sono i grandi capitani della nostra vita e che obbediamo a loro senza saperlo.

(Vincent Van Gogh)

Quanto sei consapevole? Prova a capirlo qui!

Lascia un commento