• Scritto da: Viviana Bertoglio
  • Pubblicato In: Karma e Destino
  • Data Pubblicazione: 2021-02-20
  • Hits: 40
  • Commento: 0

Tema natale e karma familiare, l'esempio di Federica

Una serie di video di lettura del tema natale e il karma famigliare.

Leggi qui che cosa è il karma e il suo significato

Vediamo qui l’esempio di Federica, che ha un karma familiare di aprirsi al mondo superiore.

Guarda il video qui:

Ciao Federica, Federica: “ciao”. Allora oggi facciamo il tuo karma giusto, il karma familiare, io non so nulla di te quindi ho visto solo il tuo tema, ovviamente l’ho guardato per capire le principali tendenze e facciamo come al solito, non so se tu hai già visto degli altri video che ho fatto su questo tema, comunque parlo un po' io poi tu mi dici se ti risuona, se ci sono cose che vuoi dirmi, che riguardano un po' la tua famiglia perché quando si parla di karma chiaramente si parla degli avi.

Ci sono parecchie cose, do un po' di di flash prima, poi magari cerchiamo di costruire una storia insieme, perché non posso sapere la storia della tua famiglia.

Tema natale generale

Allora da quello che vedo tu rappresenti in qualche modo l’eredità di antenati che possono aver avuto un passato nobile o di grande successo, antenati, però, che possono essere stati ad esempio proprietari terrieri, oppure qualcuno che ... io ti dico una storia poi, magari non è proprio così, antenati che erano nobili o avevano terreni, erano ricchi e il progenitore ha avuto magari dei figli al di fuori della famiglia quindi dei figli illegittimi da cui poi nasce una discendenza che ha il sangue ma non ha il riconoscimento.

Tu non sai niente di storie così? Federica: “no no no no, almeno fino ai miei nonni nulla” tu non conosci la storia prima dei nonni? Federica: “no, prima ancora no, allora dei bisnonni si ma non ho neanche l'albero genealogico però non risulta questa discendenza nobiliare”

Di solito sono cose che non si dicono volentieri, sentiamo se la vivi, vediamo ti finisco tutti i pezzettini, poi ci può essere, che fai parte di un ceppo familiare che in qualche modo ha fatto un passaggio evolutivo, nel senso che invece di avere una missione generale di costruzione di famiglia, alcuni antenati tuoi – e quindi ti è rimasto nel sangue – hanno fatto un lavoro piuttosto di distacco dalla famiglia, di diventare autonomi dalle loro famiglie di origine come se ci fosse la necessità di separarsi.

Cioè di andare a lavorare da qualche altra parte o comunque costruire un futuro basato sul loro lavoro e sulla loro capacità, quindi non come eredi di qualcosa e proseguire il percorso degli antenati, ma hanno dato una specie di taglio, hanno creato cose nuove o sono andati via, perché questo sembra essere il passaggio evolutivo dell'anima familiare.

L'anima familiare

Sai che esiste anche un'anima familiare, non solo un’anima individuale, è un percorso di crescita, e va visto come un'evoluzione, cioè non è soltanto fare figli e nutrirli e far crescere in numero la famiglia, ma anche creare le premesse di una crescita sociale, nel tuo caso.

C'è una affermazione di tipo diverso, un costruire delle basi, per una costruzione di un nucleo familiare che è fatto di lavoratori, di persone che si danno da fare, tu interiormente hai il sangue del lavoratore, cioè della persona che deve darsi un sacco da fare.

Leggi qui che cosa è il karma e il suo significato

Federica: “si” sei una gran lavoratrice? Federica: “si, esatto” ecco questo c'è Federica: “sì sì sì sì, questo è vero” una gran lavoratrice, perché non è solo la tua sensazione personale, è come se fosse un dovere familiare, un qualcosa che viene da più lontano.

Però ci sono dentro questo karma familiare, delle storie anche un po' dolorose di morti e di persone perdute dolorosamente, forse proprio sul lavoro, però ti lascio qui, tu non ti ritrovi su questo.

Federica: “no no, nessuna morte sul lavoro” “nessuno che è morto precocemente? Neppure un taglio di qualcuno? Tu potevi essere anche piccola, quando è successa una cosa piuttosto grave in famiglia.

Federica: “no, solo mia madre, c'è mia nonna, ecco ha perso un figlio appena nato, questo, solo questa cosa qua” questo però è successo quando tu eri già nata? Federica: “no, prima era mia madre forse non era nata neanche mia madre” era prima di tua mamma, ok.

Federica: “la mamma di mia mamma ha perso questo figlio appena nato ecco solo questa di morte un po' brutta” è l'unica cosa che tu ritieni ci sia nel karma di famiglia, Federica: “sì sì sì” ok questa l'avrei considerata una cosa meno importante dal punto di vista di quello che è stato il tuo imprinting, tu sei mamma? Federica: “no” tu non sei mamma.

Perché io vedo appunto diciamo che il karma della gran lavoratrice quindi che metti al primo posto la tua affermazione sociale o per bisogno o anche semplicemente, perché sei abituata a vedere e sentire che questo è il tuo percorso.

Avrei detto che non hai figli o che se ci sono state delle tematiche collegate a possibilità di avere figli poi sono svanite, nel senso che non hai potuuto portare a termine una gravidanza. Federica: “non mi sono neanche avvicinata” non ti sei neanche avvicinata. ok.

Allora qui si tratta di capire queste famiglie, di quello che sai dei tuoi nonni, c'era questo concetto di lavorare tanto e della precisione di crearsi una situazione economica migliore e di andare fuori. Federica: “si” cioè il senso era lavoriamo per la famiglia, creiamo qualcosa di stabile, una grande mentalità appunto del lavoro.

Aprirsi a mondi più alti

Per te questo è qualcosa che ti tiene un po' troppo ancorata alle tue radici familiari e ti impedisce di fare un passo evolutivo tuo personale, cioè questa famiglia per evolvere ha bisogno di aprirsi a mondi più alti distaccarsi un po' dall'operatività quotidiana e di aprirsi invece un po' di più chiamiamolo al mondo spirituale.

Prenota la lettura del tuo karma familiare in 20 minuti qui

A vedere anche la vita da un punto di vista più romantico, non solo come creazione di beni e servizi ma di aprirsi diciamo a una mentalità, alla poesia, l'arte o alla spiritualità, qualcosa che riguarda più il senso alto della vita, e tu sei un po' quella che nell'ambito della famiglia ha questo tipo di ruolo.

Aprire la famiglia a mondi nuovi, a fare questo salto in avanti, perché tu hai ereditato tutte queste cose, tutte queste capacità diciamo di essere precisa, lavoratrice, eccetera... ma c'è poco di più che puoi fare se non viverle automaticamente, ripetendo il modello familiare.

Invece il tuo intervento come individuo è l'intervento di far fare un salto di qualità nella direzione se vuoi di essere più aperta, arrivando alla dissoluzione dei confini, a smettere di pensare solo in termini di razionalità ma aprirsi anche a un mondo dell'anima, un mondo superiore.

Quindi tu hai questo incarico per la tua famiglia ed è quello di farle fare un piccolo passaggio, perché se lo fai tu come individuo, anche se non hai figli lo fai per tutto il campo familiare, e tutti quanti evolvono, non è che sei unica.

Vuoi dirmi tu in particolare magari se c'è qualcosa, adesso che parliamo di te che hai fatto in questa direzione, che sembra che tu senti vera. Federica: “si, è vero, io da un anno a questa parte sto in questa direzione”.

Stai facendo lavori anche su di te, Federica: “si, situazioni familiari l'apertura dei chakra, si esatto e sono sì l'unica in famiglia che lo sta facendo” e vedi sei la portatrice di qualcosa di nuovo, sei un’apripista, apri la porta poi se lo fai tu... tu hai fratelli sorelle, Federica: “ho un fratello più grande che ha una figlia” quindi c'è una vita familiare.

Quindi questa apertura poi sarà ripresa dalla discendenza di tuo fratello, puoi lavorare anche per loro, non solo per te, lavori per tutta la famiglia, però facendo questo lavoro sani anche, tu sai che quando si entra nei mondi alti si dice che non c'è il tempo, che puoi anche risanare cose successe nel passato che agiscono sulla psiche, sul campo familiare di tutti.

Prenota qui la lettura del tuo karma

Alla fine si va sempre avanti e indietro, noi pensiamo in termini di futuro, ma invece quando si fanno questi lavori, l'anima non ha il tempo, quindi a un certo punto si vanno anche ad alleggerire pesi karmici del passato.

Ecco mi spiace che non troviamo nella tua storia familiare questo taglio, questa cosa pesante che dovrebbe agire dentro di te profondamente, ma dentro, non è una cosa che vedi fuori, come la possiamo vedere... tu di carattere, sei capace nonostante questa tua chiamiamola volitività lavorativa, a tagliare, a cambiare?

I lavori che hai fatto, non hai fatto lo stesso lavoro tutta la vita, non mi dire di si, perché non ci credo. Federica: “allora, non ho fatto lo stesso lavoro tutta la vita, però sono una abbastanza sedentaria sul lavoro, il mio precedente lavoro durava da 20 anni” hai avuto una durata molto lunga, Federica: “si ho cambiato per costrizione per poi darmi da fare per trovare un altro lavoro.

Ecco e quindi hai ritrovato un altra attività che è diversa Federica: “si si si, diversa che non c'entra niente con la precedente, io ho fatto tutti i lavori prima di questo lavoro di 20 anni, abbiamo fatto un altro in un altro settore totale, ogni volta cambio settore”.

Ecco ho capito vedi allora diciamo così, anche se non ci sono stati morti fisiche di persone, probabilmente questo karma, tu che conosci le costellazioni familiari, avrai molto chiara questa idea che noi viviamo come in un teatrino, dove stiamo anche replicando delle vite di altre persone che sono venute prima di noi.

Questa idea che ti dicevo all'inizio di diventare autonomi dalla famiglia o comunque di creare un passo evolutivo verso la società, cioè impegnarci verso la società invece che verso il nucleo familiare,  è un passaggio evolutivo, perché diventiamo visibili fuori della famiglia, questo passaggio richiede anche la capacità di fare dei sacrifici, ma non solo perché lavori 18 ore al giorno.

Dare un taglio e passare al livello successivo

Dei sacrifici, perché capisci quando è il momento di dare un taglio per passare al livello successivo e questo probabilmente è stato qualcosa che c'è nel tuo karma, perché c'è, io vedo il taglio appunto che ho interpretato così, però i simboli come sai sono interpretabili in molti modi, un taglio che è stato fatto dai tuoi avi, che hanno già tagliato i ponti con delle attività familiari, magari le hanno cambiate totalmente, e tu hai ripetuto questo modello.

Federica: “si, il mio padre è andato via di casa a 17 anni, andato proprio via dalla sua città a 17 anni, io a 18 pure sono stata via di casa”. Quindi c'è questa idea di lasciare la famiglia che dicevamo prima, Federica: “sì sì sì, di diventare autonomi presto”.

Leggi qui che cosa è il karma e il suo significato

Guarda che in Italia comunque non è così scontato, Federica: “no, infatti siamo un po' mammoni” paragonato con la Svezia... Federica: “siamo mammoni”. Però quello che volevo chiederti è che si anche nella tua famiglia degli avi c'è stato anche un cambio totale di attività.

Per esempio per fare l'orologiaio ha fatto tutta un altra cosa, Federica: “sì sì sì sì sì, nessuno ha fatto il lavoro dei nonni” quindi il lavoro dei nonni è stato superato, Federia: “sì sì sì sì quello sì sì sì” c'è qualcosa che ti viene in mente che mi vuoi dire tu, o che mi vuoi chiedere così, riguardo a tuo padre anche c'era molto affetto con tuo padre, è ancora vivo tuo papà?

Federica: “no è morto quasi 12 anni che è morto, si è una morte improvvisa” e per te è stata molto dolorosa, Federica: “sì sì sì dolorosissima” comunque avevi un legame fortissimo, Federica: “si, vero, è un dolore che è ancora molto vivo” rispetto a tuo fratello sei un po' tu la sua erede, spirituale, Federica: “si io somiglio molto di più a mio padre che mio fratello si” scusa mi stavi chiedendo...

Federica: “no stavo chiedendo nulla, non mi viene in mente niente” Però il superamento del karma per te è molto importante, perché se rimani solo nella ruota diciamo della lavoratrice brava, che non cambia, che sempre collegata al suo ruolo speciale, quindi al mantenimento di una certa immagine, non è un fatto di essere egoisti sulla propria immagine intendo anche di sentirsi al servizio della società.

C'è una forte componente diciamo verso sentirsi utile, di capire che si ha un ruolo, e che questo ruolo non è appunto la mamma, la sorella, la moglie, ma è piuttosto un ruolo importante in un meccanismo più grande che va al di fuori, però anche questo che per te appunto è il karma, quel teatrino che hanno fatto i tuoi avi, e che tu istintivamente fai perché ce l'hai dentro.

Richiede in te questo superamento, per questo ti incoraggio veramente, fortemente a esplorare questi mondi che già hai fatto, però continuare su quella strada di esplorazione di mondi al di là, perché sicuramente lì c'è per te il tuo premio vero, c'è lì che trovi la felicità più profonda quella che ti costruisci tu, l'automatismo di essere parte di questa famiglia, quindi di avere un certo DNA che ti porta a fare certe cose, questo è un po' il messaggio.

Bene se non hai altre domande, ci fermiamo, ti saluto e chiudo la registrazione. Federica: “va bene”

Iscriviti a nostri corsi su Youtube per manifestare i desideri