Angela Cortesi

Da sempre interessata all'ambito metafisico ed olistico, applicato alle dinamiche psicologiche di relazione, consegue il diploma di istituto tecnico pur desiderando una formazione classica. Frequenta successivamente due anni del corso di laurea in Giurisprudenza, che poi interrompe per una importante scelta di vita privata. Da quel momento si ritrova ad approfondire le antiche passioni attraverso intensivi studi sui testi di Rudolph Steiner, Lisa Morpurgo, Dane Rudhyar, abbracciando in tal modo vari campi della disciplina astrologica. Partecipa inoltre a seminari, conferenze e convegni di astrologia astrosofica, facendo nel 2004 la conoscenza di Fabrizio Ameedo Mariotti e del suo metodo (astrosofia). Rimanendo libera nel proprio percorso di ricerca, acquisisce specifica competenza nell'ambito della astrologia psicogenealogica e transgenerazionale, in riferimento alle relazioni interpersonali. Da anni si dedica a consulenze private attraverso l'analisi della carta natale e da qualche tempo alla collaborazione con Phedros Holistic Network e alla gestione delle proprie pagine Facebook e Instagram, sulle quali pubblica costantemente le proprie riflessioni.

Il concetto psicogenealogico e transgenerazionale nella carta natale

Ogni persona nasce fisicamente ed "energeticamente" in un contesto familiare adatto alle dinamiche emotive e psicologiche che ha scelto di affrontare, portando con sé una sorta di "valigia" in cui sono contenuti talenti e qualità innate da sfruttare, ma anche paure e blocchi con cui dovrà confrontarsi per riuscire ad evolvere. L'esperienza che ognuno di noi vive durante la propria vita, è la risultante di ciò che ci portiamo dietro dalla famiglia di origine (padre-madre-nonni), sommata alla nostra personalità e alle nostre scelte di vita; questa dinamica è verificabile attraverso lettura del proprio "campo morfogenetico", ossia la Carta Natale. Unendo il bagaglio culturale e psicologico della famiglia di appartenenza alla nostra esperienza personale, nasce un lavoro nuovo, una nuova realtà a cui piano piano ci avviciniamo, imparando a sistemare parti di noi che ci fanno soffrire riconoscendo ciò che va lasciato e abbandonato ed accogliendo ciò che invece è bene illuminare e sviluppare.

Immaginate di essere una persona che una mattina decide di allontanarsi da un luogo sicuro come casa sua (sebbene litighi coi fratelli tutti i giorni o abbia il brutto carattere della madre e non sopporti il disordine a cui deve sottostare) e di partire per cercare qualcosa di diverso e stimolante, qualcosa che  dia un senso nuovo all'esistenza. Egli sente la necessità di uscire da una condizione in cui si muove bene e che conosce profondamente, nonostante tutto, per cercare qualcosa di diverso che gli permetta di esprimersi liberamente, ma che ancora non ha focalizzato. Questa persona un mattino si alza, mette in valigia ciò che crede possa servigli nel viaggio che si appresta ad iniziare e parte. Egli da quel momento diventerà il Viaggiatore in cerca di una terra nuova, l'Eroe che affronterà le proprie paure per trovare sé stesso, il Guerriero che parte per la missione della sua vita. In qualunque modo vogliate chiamarlo o in qualsiasi figura vi rispecchiate, dentro ognuno di noi c'è un Eroe che ha bisogno di capire quale sia il senso della sua vita, un Guerriero che cerca di capire per cosa sta combattendo, o un Viaggiatore che desidera trovare nuovi stimoli affrontando ciò che non conosce. La lettura della carta natale individuale, ha il compito di individuare, per quanto possibile, cosa conosciamo di noi e cosa invece abbiamo bisogno di integrare per il nostro personale salto evolutivo.

Il sistema interpretativo della carta natale

Il lavoro di interpretazione che si svolge in questo contesto è quello di aiutare il richiedente a far luce sulle dinamiche familiari di appartenenza, definendo i sistemi di dipendenza e le ferite emozionali o psicologiche che impediscono la libera espressione di sé. Capita sovente che le persone si ostinino a mantenere una certa direzione nella convinzione che questa sia quella giusta, ritrovandosi sistematicamente in un processo di fallimento costante che provoca loro frustrazione e senso di inadeguatezza;  per questo motivo è necessario individuare dove si trovi il blocco e quali siano i "sistemi di credenza" ( generalmente situati all'interno del contesto familiare di origine) a cui si è rimasti agganciati e che di fatto bloccano la creatività e la libertà di espressione. Attraverso la lettura della carta natale si cerca inoltre di riconoscere i talenti e le  attitudini utili alla definizione e realizzazione personale, affinchè il richiedente sia facilitato nel percorso di consapevolezza e dunque nel raggiungimento dei suoi obiettivi di vita (Nodo Nord).  

L’archetipo dell’eroe all'interno delle dinamiche di relazione

La rappresentazione del campo energetico e morfologico dell'individuo e dunque la sua carta natale, racconta la sua storia; essa mostra  il Viaggio dell’Eroe, tra mari in tempesta e acque più tranquille, nella costante ricerca di “quel porto” (il Nodo Nord) a cui approdare, sperimentando il dolore delle ferite, la delusione per i fallimenti e la rabbia di fronte agli ostacoli, ma anche  il sollievo portato dalla guarigione, trasformandosi profondamente, giorno dopo giorno, fino a diventare sempre più forte e raggiungere una nuova e lucida consapevolezza di Sè; sarà in quel momento che  l’Eroe comprenderà di aver raggiunto il porto che stava cercando, portando a compimento la sua attuale missione, guidato dalla Luce del faro che si staglia all’orizzonte in mezzo alla nebbia del mattino... 

L’Eroe rappresenta l’archetipo dell’esperienza terrena da parte dell’individuo; esso è identificabile con il Guerriero della Luce che è in ognuno di noi. L’Eroe incarna il principio della quotidiana sfida per trasformare l’Ombra in Luce, affrontando blocchi, paure ed ostacoli in un percorso evolutivo che porta alla consapevolezza del  proprio valore ed unicità, al fine di creare relazioni interpersonali scevre da qualsivoglia sistema di dipendenze limitanti.

In questo particolare contesto interpretativo, una delle sfide più impegnative da affrontare durante la lettura della carta natale è quella di intraprendere un percorso di comprensione, finalizzato allo sganciamento cosciente dell’individuo da determinate dinamiche di dipendenza, originate nella maggior parte dei casi all’interno del contesto familiare di appartenenza e, spesso nel corso dell’esistenza, proiettate all’ambiente sociale, lavorativo e relazionale.

Durante l'analisi della carta natale si tenterà dunque di analizzare i processi di relazione familiare (transgenerazionalità), prendendo in considerazione i caratteri psicologici (psicogenealogia) dei principali componenti della famiglia di origine (genitori-nonni) cercando di definirne il profilo ed il conseguente "agito", per giungere ad una giusta comprensione degli attuali blocchi ed impedimenti rispetto alla realizzazione dell’individuo.

Attiva a Forli e in tutto il mondo tramite telefono e Skype®

su appuntamento tramite Phedros

via telefono e computer (Skype® o altro sistema di videoconferenza)

Lingue Parlate : italiano-inglese

Modulo di Contatto