Daniela Ciampolini

Psicologa olistica, interviene nelle problematiche psicologiche e alcune forme di psicopatologia

Laureata in psicologia clinica nel 1983 presso l’Università degli Studi di Padova, iscritta all’Albo dell’ordine degli psicologi della Liguria, ho iniziato da subito ad esercitare la mia professione in ambito clinico all’interno di Servizi Sanitari pubblici e ospedalieri in Lombardia maturando così un’esperienza di oltre 30 anni in differenti ambiti. 

Consulente presso il Comune di Milano, ho svolto anche mansioni di tutor e supervisore degli operatori di differenti servizi per disabili gravi.

I Consultori familiari dei distretti sanitari mi hanno permesso di approfondire varie tematiche delle differenti fasi di vita: 

•    problemi di coppia e coniugalità, 
•    gravidanza, parto e allattamento, 
•    età evolutiva dall’infanzia all’adolescenza
•    separazione e divorzio
•    malattia e invalidità
•    lutto 

Nel corso di tutti questi anni ho avuto modo di verificare come il corpo venisse sempre coinvolto con varie sintomatologie ogni qualvolta veniva a mancare la connessione con le parti più profonde della sfera emotiva ed affettiva.

Affrontare quindi i disagi che si trasformavano in sintomi psicosomatici è stato un passaggio formativo necessario.

Nel corso dell'esperienza all'interno dei Centri per la famiglie e di consulenza nelle scuole inoltre ho avuto la possibilità di approfondire anche la componente olistica nell'età evolutiva, utilizzando la Mindfulness per bambini e le favole terapeutiche elaborate e  scritte da me per affrontare alcune fasi critiche della crescita , in particolare rispetto alla gestione delle emozioni come la rabbia, la paura, il senso di inferiorità, la gelosia.(Fiabefurbe) 

L’approccio olistico alla psicologia

La scuola di Riza Psicosomatica, fondata da Raffaele Morelli, è diventata, ed è tuttora, il mio punto di riferimento, che insieme alla formazione quadriennale di insegnante di yoga e meditazione presso la Federazione Italiana Yoga mi permette oggigiorno di affrontare le difficoltà emotive delle persone che mi chiedono aiuto con un approccio olistico. 

Cioè che prende in considerazione tutti i piani: mentale ed affettivo, emozionale , fisico e spirituale. Perché siamo esseri “interi” e solo come tali possiamo vivere in benessere ed equilibrio. 

Ecco quindi che i miei percorsi di psicologia olistica per il sostegno nei disagi dell’adulto prevedono il colloquio psicologico tradizionale, le tecniche di rilassamento e respirazione, la Mindfulness, la meditazione di consapevolezza, i Mandala e le tecniche di introspezione come: la scrittura terapeutica,  le visualizzazioni guidate e la lettura di favole terapeutiche.

Il colloquio psicologico

Il colloquio psicologico si fonda sulla comunicazione sia verbale che non verbale, motivo per cui i miei interventi prevedono sempre una videochiamata, poiché la gestualità  e le espressioni del volto sono sempre messaggi involontari di comunicazione inconscia, cioè non controllabile, e quindi autentici e carichi di informazioni sullo stato emozionale del momento. 

Il colloquio serve per raccogliere informazioni sulla storia della persona, dell’insorgere del problema o sintomo e solo in minima parte come “sfogo” perché raccontare ripetutamente il proprio dolore, o fatica o disagio, lo fissa nella mente, proprio come quando impariamo qualcosa a memoria, cristallizzando i percorsi neuronali sul problema invece che favorire nuove sinapsi verso una risoluzione.

Le tecniche di rilassamento e respirazione

Le tecniche di rilassamento e respirazione utilizzate nel percorso di psicologia olistica  sono della tradizione yoga e vengono utilizzate  solo per contenere i sintomi ansiosi quando diventano invalidanti.

L’ansia infatti  da questa prospettiva olistica non viene vista come una malattia da curare o un sintomo da eliminare (addirittura con gli psicofarmaci)  ma come un segnavia che indica la strada giusta verso la piena realizzazione di sé e quindi verso il benessere. 

Queste tecniche saranno insegnate e sperimentate durante la seduta per essere facilitati nell’ utilizzo personale durante la quotidianità. Invierò anche link per scaricare audio di supporto e guida.

Mindfulness

La Mindfulness è una pratica messa a punto durante gli anni 70 da Jon Kabat Zinn, prendendo spunto dalla meditazione di consapevolezza di alcune discipline orientali. 
Ormai collaudata e sperimentata su larga scala anche attraverso numerose ricerche e studi di neuropsicologia che ne avvallano la scientificità.
L’obiettivo principale è ottenere un reset da automatismi mentali e corporei che cronicizzano i disagi psicologici. Il protocollo ufficiale prevede una serie  di 8 incontri, ai quali periodicamente si possono aggiungere momenti di approfondimento o consolidamento.

 

Meditazione di consapevolezza

La meditazione di consapevolezza , derivante dalla classica meditazione yoga, consente di fermarsi nell’attimo presente, rallentare il vortice dei pensieri e del fare che inevitabilmente ci conduce ad una condizione di stress.

Mandala

I mandala utilizzati sono tratti dal testo di  Kamala Murti in cui i mandala, pur traendo spunto dalla tradizione buddhista nella forma e nelle simbologie , sono stati creati per un utilizzo non solo meditativo ma anche di autoconoscenza e auto cura. La scelta istintiva di uno fra tutti i mandala proposti indicherà il bisogno o il problema di quel preciso momento e colorarlo con un atteggiamento mentale di consapevolezza aiuterà nel percorso di risoluzione. I simboli infatti sono archetipici e riconosciuti istintivamente dal nostro inconscio

Scrittura terapeutica

La scrittura terapeutica trae spunto dalla Bioscrittura di Fulvio Fiori. Gli stimoli di scrittura istintiva e creativa proposti creano un filone di autoconoscenza ed elaborazione di stati d’animo, traumi, e vicende della vita recente o passata.

Visualizzazioni guidate

Le visualizzazioni guidate, usando la forza evocativa e terapeutica  delle immagini, aiuteranno a far emergere quegli aspetti nascosti o trascurati della personalità per dar loro pieno diritto di espressione, favorendo così il recupero del benessere psicofisico.

Favole terapeutiche

Le favole terapeutiche, ideate dalla pedagogista Alba Marcoli, facilitano la presa di contatto con il bambino irrisolto che è rimasto in noi: il bambino arrabbiato, il bambino lasciato solo, il bambino perduto e ritrovato, il bambino nascosto. La lettura e la spontanea immedesimazione con figure archetipe  e situazioni simboliche smuoveranno il cumulo di razionalità che ha sepolto quella fase di crescita favorendone così la naturale evoluzione.


 

Attiva ovunque via computer e telefono

su appuntamento tramite Phedros

via telefono o computer Skype o altro

Lingue Parlate : Italiano

Modulo di Contatto