La legge di abbondanza o sufficienza - video

Il Corso online di life coaching sulle leggi universali comprende i video esplicativi delle varie leggi. 

Questo video, cui aggiungiamo la trascrizione e la meditazione specifica da scaricare, è un approfondimento delle tematiche collegate alla legge di abbondanza e alcuni spunti per imparare ad applicarla a nostro vantaggio.

 

Prima di passare a illustrarla vorrei spiegare cosa penso di fare e cioè:
•    prima ci sono due domande molto brevi che riguardano ancora le leggi precedenti che sono state scritte sull' evento su Facebook e quindi provvederò,  
•    poi vi farei una piccola introduzione alla legge di abbondanza mi auguro che abbiate già avuto modo di dare un'occhiata al post che è uscito ieri comunque non ci sono problemi ne riparliamo 
•    e poi alla fine per chi vuole restare ho pensato di offrirvi una piccola meditazione che è una specie di rito di passaggio per entrare nel mondo dell'abbondanza quindi fermatevi 5 - 10 minuti in più guiderò attraverso questa meditazione 

Perché una meditazione per l’abbondanza?

Perché noi sappiamo che - intanto ne approfitto per rispondere alle domande - quando si parla di queste leggi universali, della legge di attrazione, c'è poco da capire mentalmente.  In realtà i concetti mentali dobbiamo darli per forza perché la nostra mente è sempre desiderosa di avere notizie, informazioni e prima di buttarsi in qualche avventura vuole capire che non ci siano pericoli.  Però quello che funziona veramente è lavorare al di sopra della mente quindi con il nostro sé superiore - con la nostra anima - e imparare a percepire quei segnali che noi chiamiamo vibrazioni, quei segnali energetici che non fanno parte del mondo fisico quindi imparare ad emetterli e imparare anche a sentire se sono stati emessi nella maniera corretta e quindi stanno arrivando le cose nella direzione che desideriamo noi.

Esiste il campo morfogenetico?

Quindi un dialogo continuo e costante con l'universo che ci circonda e sappiamo che siamo circondati da un campo, siamo parte del campo siamo noi stessi un piccolo campo energetico e il nostro è un campo individuale. Poi oltre a noi c'è il campo familiare, il campo collettivo che sarebbe l'umanità intera e dopo di quello c'è addirittura un campo universale che comprende tutti i pianeti dell'universo.  Questo ci fa capire che l'universo abbondante perché nessuno scienziato è ancora riuscito a dire quante miliardi e miliardi di entità celesti ci sono nel cielo e quindi chiaramente siamo in un mondo che non ha fine che è infinito.

Le emozioni ci indicano la via

Prima di questo vorrei precisare che quindi dobbiamo imparare a lavorare con le emozioni perché sono le emozioni il nostro collegamento con la realtà quantica e quindi con i meccanismi reali di funzionamento della legge di attrazione e delle altre leggi.  

Leggi anche Come risalire la scala delle emozioni

Se qualcosa che ho chiesto con la legge di attrazione non arriva? 

Qualcuno mi chiedeva se qualcosa non arriva? Se qualcosa non arriva l'unica cosa che possiamo fare è cercare di calmare il nostro dubbio e la nostra aspettativa perché se qualcosa non arriva non vuol dire che la legge non ha funzionato,  vuol dire che noi abbiamo fatto qualche errore ma chiaramente noi facciamo sempre nei ruoli perché siamo esseri umani e soprattutto non è un processo che si impara in un attimo. 

La resistenza al flusso benefico dell’universo

Quindi la paura per esempio dell'effetto secondario (che era stata manifestata su Facebook) è già qualcosa che ci crea dei dubbi, delle preoccupazioni quindi anche questo fa parte della resistenza. 

Chiedi e ti sarà dato

Noi possiamo pensare che qualsiasi domanda facciamo l'Universo la accoglie quindi non è che c'è un limite anche qui l'universo è abbondante - è anche abbondante nella sua capacità di ricevere le nostre domande: più chiediamo meglio è! Non dobbiamo assolutamente pensare che ci sia un limite o che sia sbagliato fare delle richieste piccole o quelle che noi valutiamo magari come troppo stupide, anzi come dicevamo già in altre situazioni più sono semplici e facili e più è facile per noi capire se sta funzionando e come ci stiamo lavorando. 

Le tempistiche dell’Universo (o legge di gestazione)

Quindi assolutamente non ci preoccupiamo nel momento in cui qualcosa non arriva quando pensiamo noi, perché fa parte della resistenza e lo vedremo più avanti con la legge del permettere, che bisogna imparare anche a non creare troppa dipendenza dalle tempistiche che abbiamo nella nostra testa ma lasciare che l'universo faccia i suoi tempi e dopodiché fidarci, fidarci, fidarci.. 

L’Universo è abbondante

Parte della fiducia è anche il credere questa credenza fondamentale che la società purtroppo non ci dà e quindi dobbiamo andarci a cercare noi : che nell'universo c’è  abbondanza di tutto questo, perché dal principio della creazione se noi guardiamo ciò che è naturale - cioè non quello che è stato costruito poi successivamente dalla società umana ma quello che esiste in natura - quando vediamo qualcosa di naturale è sempre molto abbondante quindi la prima parte della legge di abbondanza dice che nell'universo c'è tanto di tutto se noi guardiamo il mondo le risorse sono davvero molto molto maggiori di quello che noi pensiamo! Negli anni 70 si era parlato di risorse illimitate - del petrolio -poi invece si è scoperto che ce n'è tantissimo se pensate rispetto agli anni 70 eravamo due miliardi adesso siamo in sette miliardi al mondo e comunque in qualche modo sopravviviamo quindi vuol dire che il mondo degli anni settanta poteva già sfamare 7 miliardi di persone quindi questo è un po’ il concetto che noi dobbiamo avere nella testa. Se poi le risorse non arrivano a tutti in maniera equilibrata è proprio perché è compito nostro come esseri umani  distribuirle nella maniera corretta ed è lì che subentrano le nostre paure le nostre limitazioni, che fanno sì che la distribuzione delle risorse non sia perfetta come vorremmo che quindi ci siano gli squilibri. 

Io sono abbondante

L'universo in sé è abbondante quando poi diciamo e qui voglio rispondere anche Giusy che  chiedeva cosa vuol dire “io sono abbondante” - non riesce a capire cosa vuol dire. Se noi siamo parte di questo universo la maggior parte di voi sa che l'universo è costruito come un grande ologramma vuol dire che l'universo grande è uguale, è simile al nostro essere, a noi che siamo un essere umano quindi “così in alto così in basso” allora se ciò è così, noi siamo una piccolissima parte di questo universo ma dentro di noi c'è l'universo intero e questo significa che noi siamo abbondanti come l'universo. 

Un infinito potenziale, il destino e le convinzioni limitanti

C'è un infinito potenziale dentro di noi di poter raggiungere qualsiasi cosa noi desideriamo ovviamente sappiamo e abbiamo sempre detto questo che ci sono delle limitazioni legate al nostro destino ma che in realtà non sono limitazioni perché le limitazioni fanno sempre parte soltanto dell'esperienza umana della mente umana. Poi entreremo magari nel merito di alcune convinzioni limitanti che ci sono inculcate sull'abbondanza. Quello che significa destino è semplicemente seguire una rotta, ma nell'ambito di quella rotta ci sono come dicevamo delle infinite possibilità di manifestazione e quindi c'è un destino nostro che può essere vissuto in una maniera poco abbondante ma lo stesso destino può essere vissuto al livello più alto in maniera abbondante.  

Connetterci col nostro centro

Quando dico che io sono abbondante , io mi connetto con la mia parte interiore col mio centro e sento dentro di me quella scintilla divina che ho e che tutti gli esseri umani hanno e quindi sto dando valore a me stessa al mio valore. Riconoscere, ricercare, sentire la scintilla divina e capire che da lì io ho un potere infinito di creazione. Quello che ovviamente da essere umano possiamo imparare a migliorare è la nostra capacità di non creare resistenza all’ universo nel momento in cui il processo di creazione è entrato in moto dentro di noi dicevamo ci sono delle convinzioni limitanti.

Le convinzioni limitanti

La società ci ha insegnato sin da piccoli che ci sono risorse limitate. Lo sentiamo dire alla televisione tutti i giorni e nei giornali. I genitori probabilmente ci hanno detto “i soldi non crescono sugli alberi”,  “bisogna lavorare con fatica”,  poi ce ne sono una serie collegate a: “il denaro è male” , ci sono le credenze legate al denaro. Infatti Abraham Hicks nelle loro conferenze, quando parlano del tema del denaro, suggeriscono sempre di non pensare l'abbondanza in termini di denaro perché noi abbiamo una convinzione limitante così forte che alla fine ci impedisce di sentirci abbondanti quindi pensiamo all’abbondanza non in termini di denaro ma in termini di altre cose.

Il denaro è energia

Il concetto è quello che il denaro è un mezzo, è energia quindi è positivo. Ma è meglio se non desideriamo direttamente il denaro - che tra l'altro in sé per sé è un'energia - ma non ci dà nessun tipo di beneficio diretto, se non forse un presunto senso di sicurezza.  Quello che conta è che cosa ci vogliamo fare con quel denaro quindi quando noi esprimiamo una domanda all'universo per avere più abbondanza è bene che lo facciamo indicando esattamente cosa vogliamo come risultato finale della nostra abbondanza e quindi alla fine si va a finire sempre nelle categorie che sono quelle più generali più richieste.

Abbiamo ciò che siamo

Noi di solito desideriamo abbondanza di amore, abbondanza di sicurezza anche economica, di avere tutto ciò che ci serve per vivere in maniera serena,  possiamo chiedere anche un miglioramento della nostra spiritualità. C'è un'abbondanza di luce, la luce è sempre quel qualcosa che ci dà una felicità che non dipende da quello che abbiamo esteriormente. Dicevamo anche in passato che noi abbiamo ciò che siamo, quindi che non c'è differenza tra l'essere e l'avere. Allora per sentirci abbondanti, per sentire questa abbondanza dentro di noi l'importante è spostare l'attenzione da ciò che abbiamo, ciò che è fuori di noi - ed è quello che purtroppo la società di oggi ci porta a guardare: quello che c'è fuori, correre dietro a essere belli esteticamente e i soliti discorsi,  avere tanti soldi avere tante cose per sentirci sicuri . 

L’abbondanza è dentro di noi

Invece la sicurezza e il senso di abbondanza sono qualcosa che è dentro di noi e noi dobbiamo invertire quel paradigma quella frase che non è “io sarò felice quando avrò  tanti soldi” o “quando avrò tanto amore” ma “io sono felice adesso e quindi avrò tanti soldi,  avrò tanto amore” perché prima lavoro sulle mie emozioni e la mia emozione sarà quello che mi porterà la mia abbondanza. Abbondanza in tutti i sensi non in senso soltanto economico. 

Come modificare le convinzioni limitanti

Volevo anche parlarvi un attimo di come si fa quando abbiamo questi blocchi cioè quando noi identifichiamo una di queste frasi che ci sono state dette da bambini. È molto importante che la riconosciamo e che facciamo una piccola analisi anche da soli per comprendere come ha influenzato il nostro modo di vedere la vita e magari proviamo a scardinarla.

Ci sono delle tecniche molto puntuali come PSYCH-K, Theta healing, ci sono tantissime tecniche che possono aiutare proprio a cancellare la programmazione, riscriverla,  riscrivere la frase della nostra programmazione interiore. Leggi anche ….

Le convinzioni nucleari

A parte le tecniche è anche molto importante capire ci sono quelle cosiddette convinzioni nucleari cioè quelle che poi a un certo punto prendo consapevolezza - basta la consapevolezza per instillare nel nostro modo di pensare un cambiamento,  perché ci accorgiamo quando stiamo ragionando sulla base di quella convinzione.  

Esempio di convinzione nucleare: “Il denaro è male”

Mi spiego meglio: sono quelle di cui vi parlavo prima per esempio “il denaro è male” allora quando ci è stato inculcato che le persone ricche benestanti non hanno amore o hanno altre mancanze o non vanno bene socialmente questa è una grossa convinzione e limitante perché chiaramente come posso io diventare più abbondante anche esteriormente se dentro di me non mi sento abbondante perché mi è stato detto che l'abbondanza è qualcosa di male? Allora lavorare su questo concetto trasformare il concetto di denaro e di abbondanza economica in semplicemente energia perché tutto è energia e cominciare a vedere il lato positivo. Non è sbagliato il denaro o sbagliato avere tanto denaro o avere tanta disponibilità economica! 

“Il denaro è bene”

Io posso pensare che sia sbagliato il modo in cui alcune persone usano questa disponibilità e questo potere ma non è in sé il denaro che ha un problema o che deve costituire un problema. Già solo questo piccolo cambio di paradigma costruirà in voi una nuova tendenza, una tendenza a capire che in vostro possesso questo denaro, questo potere economico, potrebbe essere utilizzato molto molto bene. Questo fatto, se lo sentite così, comincia ad alzare già la vostra vibrazione 
perché esprimete un desiderio che va al di là del possesso materiale del denaro ma è quello che ci fate con questo denaro, che farà del bene a tutti gli altri, a cominciare dalle persone intorno a voi.

  1. Frequentare persone più abbondanti di noi 

Quando lavorate su questi temi è importante cercare di stare vicino a persone che hanno una vibrazione più alta della nostra in termini di abbondanza perché senza giudicarle possiamo in qualche modo entrare in sintonia con la loro vibrazione, imparare ad alzare leggermente la nostra. Se io continuo a guardare povertà intorno a me e sto tanto con le persone che sono più povere di me, mi aggancio vibrazionalmente al mondo dei più poveri e quindi sono costantemente sulla vibrazione della povertà, che mi consentirà di attirare più povertà. 
Quando invece cerco di stare con persone che vibrazionalmente sono più alte di me incomincio ad alzare la mia vibrazione.  Questo non significa che sto trascurando quelli più poveri o che sto facendo qualcosa di sbagliato, significa semplicemente che sto attivando il mio potere creativo per diventare più abbondante. 

  1. Tranquillizzare la mente

Poi dopo aver stabilito l’intenzione di attirare più abbondanza possiamo tranquillizzare la nostra mente:  “Stai tranquilla userò quel denaro bene anche per far bene a quei poveri che frequentavo ma che non potevo aiutare perché stando soltanto in quella vibrazione non avevo la possibilità di fare a nulla” quindi troviamo sempre queste frasi che tranquillizzano la mente perché la mente non possiamo proprio dimenticarcela, dobbiamo in qualche modo accoglierla e farla star serena che quello che stiamo facendo è anche per il suo bene. 

  1. Cambiare modo di pensare e convinzioni limitanti 

Quindi se ci sono delle credenze molto forti riguardo il denaro e anche in generale all'abbondanza, non possiamo improvvisamente andare dalla parte opposta. Cerchiamo anche gradualmente di costruirci dei cambiamenti di pensiero che ci avvicinano alla nuova convinzione e all'apertura all'abbondanza.

  1. Alzare la vibrazione con la meditazione guidata

La cosa più importante è la vibrazione che noi vibriamo per me adesso è veramente fondamentale non indugiare con troppe chiacchiere. Passiamo al livello della meditazione,  una piccola meditazione guidata per cominciare a lavorare insieme proprio sull'emozione.
Cosa vuol dire sentire abbondanza dentro di sé?  Provare Abbondanza e cercare la scintilla divina dentro di noi, collegarci con l'universo che è abbondante, quindi non ascoltare più le voci che vengono da fuori e tutto ciò che cerca di condizionarci negativamente su questi aspetti, ma  ascoltare soltanto il nostro centro. Quando noi siamo sintonizzati sul nostro centro siamo sempre abbondanti abbiamo il potere di creare ciò che desideriamo ed è lì che vogliamo arrivare in questo momento. 

Entra nella porta dell’Abbondanza

È una meditazione che richiede al massimo una decina di minuti poi la faccio al momento quindi non riesco a quantificarla. Quello che vi chiederò siccome è una piccola meditazione di iniziazione all'abbondanza è di  concentrarvi su questo simbolo, il simbolo dell'abbondanza:

simbolo dell'abbondanza

Se vuoi ricevere la meditazione in formato mp3 iscriviti alla newsletter del Life Coaching:

Iscriviti per ricevere informazioni e file per email

* obbligatorio
Email *
Nome
Cognome

Lascia un commento