• Scritto da: Viviana Bertoglio
  • Pubblicato In: Missione nella vita
  • Data Pubblicazione: 2021-05-07
  • Hits: 65
  • Commento: 0

Missione nella vita: avere fiducia nella propria visione di progetto sociale: l'esempio di Sonia

Una serie di video di lettura del tema natale per individuare e descrivere lo scopo che l’anima ha stabilito in questa vita.

Leggi di più sul destino, libero arbitrio e legge di attrazione qui

Vediamo qui l’esempio di Sonia, che ha la missione di scoprire l’altro e i suoi bisogni

Guarda il video qui:

Ciao Sonia, Sonia: “ciao” piacere di rivederti noi dobbiamo già fatto una lettura un po' di tempo fa adesso non ricordo quanto è passato.. Sonia: “quasi 2 anni forse” io ti posso assicurare che non mi ricordo niente, mi ricordo solo che vivevi a Berlino e quindi adesso sei ancora a Berlino? Sonia: “altalenante sono a Berlino un po' meno” ok faccio un po' avanti e indietro c'è anche il discorso del covid, ma non voglio entrare in discorsi personali.

Io adesso siccome ti prometto che non mi ricordo niente, tu mi devi semmai dire se vuoi farmi qualche domanda un po' speciale, perché chiaramente la tua missione nella prima lettura te l'avevo già un po' detta l'avevamo già un po' di vista però io riparto se vuoi come riassunto da zero vediamo insieme e tu mi chiedi qualcosa se vuoi.

Sonia: “è buono ripartire da zero perché appunto la lettura purtroppo non la trovo più “ ah..non la trovi più, te la la rimando io ce l'ho la vecchia, da riascoltare, anzi puoi fare confronti vedere rispetto a questa se ci siamo.

Le vite vissute

Cominciamo, sei pronta? Ok, allora cara Sonia la tua anima ha fatto tanta esperienza ovviamente come tutti noi prima di venire qui e ha una un compito speciale tutto tuo come per tutti noi, che consiste nel passaggio da tante vite in cui tu sei stata rinchiusa probabilmente in un ambiente che non era ristretto a livello culturale, ma probabilmente stavi in luoghi chiusi, potevano essere anche monasteri o comunque città in cui non c'era tanta libertà di movimento e dove hai potuto andare a fondo di tematiche interiori.

Lavoravi molto su aspetti della spiritualità però attraverso dei percorsi anche molto pratici molto fisici non quelle cose in cui passavi ore e ore in meditazione,magari lavorando in una biblioteca o in un ambiente dove si scriveva in un ambiente dove si portava avanti, potevi essere stato un'amanuense, tanto per darti l'idea.

Come leggere i nodi lunari nel tema natale qui

Qualcuno che portava avanti una cultura secolare attraverso la scrittura attraverso il lasciare anche qualcosa di fisico, quindi una spiritualità vissuta nelle mura; adesso io ti do l'immagine poi non vuol dire che eri quello è per per farti capire la sensazione è il talento che ha sviluppato il talento è quello dell'attenzione al dettaglio e la concentrazione.

Poi dimmi se non è vero se non ti ci ritrovi... nella concentrazione anche la precisione, l'attenzione proprio mentale alle piccole cose e l'ambiente poteva essere un ambiente piuttosto chiuso, piuttosto riservato, dove c'era magari una comunicazione ma interna più che verso il mondo.

Hai sviluppato lì, tantissime qualità che l'io in queste vite che possono essere anche ripetute molte volte questa grande capacità di essere concentrata ma di vivere soprattutto un tuo mondo interiore un rapporto tra te e qualche cosa di più fisico che umano diciamo con poche relazioni magari.

La missione in questa vita

In questa vita sei venuta invece per essere totalmente al servizio degli altri, quindi per lavorare nel mondo, lavorare ovunque, in azienda, adesso dobbiamo riferirci ovviamente al mondo moderno, quindi in un ambiente in cui lo scambio con l'altro è necessario e dove tu, a fatica, perché ovviamente essendo una missione non la conosci bene ma hai un talento da acquisire, impari a usare la tua conoscenza per insegnarla per trasmetterla in una maniera diversa.

Sonia: “guarda sto veramente... poi ti dirò” stai già individuando di cosa stiamo parlando, attenta a questa modalità diversa, richiede che tu scopri le tue capacità di trasmettere agli altri ciò che hai appreso e le valorizzi e questo può essere complicato per te, perché purtroppo, diciamo, poi c'è sempre un motivo per tutto, la tua anima ha scelto di darti una limitazione forte a livello della personalità che riguarda la tua autostima.

Per te non c'è mai niente che va abbastanza bene su se stessa, ma non è il problema di essere perfezionisti, è proprio un problema di fiducia nelle proprie capacità per cui questa missione sembrerebbe apparentemente ostacolata dalla presenza di un blocco a livello subconscio, nel credere in te stessa.

Il blocco karmico

Questo è quello che si chiama un blocco karmico che risale però alla tua famiglia. Tu mi ha detto che sei la prima figlia, sei la prima femmina? Sonia: “la sorella più grande” e quindi può essere collegato a esperienze passate della famiglia, a donne che hanno avuto difficoltà molto forti legate alla vita e alla morte, cioè possono aver avuto figli che sono morti o impossibilitate ad avere figli. Sto parlando, ovviamente di avi, di anni e anni fa, si arriva fino alla terza, alla quarta generazione incluso te.

Questo ti ha dato un senso di insicurezza anche nella vita, sulla possibilità di sopravvivere, c'è qualcosa in te che ti fa sentire che che la vita è preziosa ma anche che è facile perderla.

La missione e l’importanza delle donne

Torniamo alla tua missione, è una missione sociale comunque non è una missione diciamo di tipo privato, non è che ti viene chiesto metti su famiglia fai figli, fai questo, fai quello... tu fai la mamma la moglie, e ovviamente si cerca di conciliare tutto.

La vera missione è più sull'attività, verso l'esterno, sulla tua affermazione, in senso professionale di diventare qualcuno, anche se ci sono tanti talenti della personalità che ci dicono che tu il tuo progetto lo puoi realizzare molto bene, purché sia un progetto (adesso ti dico la parola, mi viene questa, scusa, non so se è giusta) “romantico”.

Un progetto che parli di qualcosa di grande, non tecnico, il contrario di tutto quello che è il filone maschile, nel modo di pensare, ma molto femminile quindi, di energia alta o molto creativa per esempio musica danza tutto ciò che apre la mente verso il mondo alto e ci fa sentire connessi con una gioia con qualcosa di molto superiore.

Leggi di più sulla missione nella vita nel tema natale qui

Se tu riesci a capire da queste cose che non capisco neppure io bene :-) cosa possano essere - però sono delle indicazioni – magari mi aiuti un pochino così io mi aggancio, comunque c'è un grande aiuto da parte di donne per fare questo tuo percorso affidati molto alle donne.

Possono essere anche delle donne che hai già conosciuto in vite precedenti o comunque persone che incontri anche fisicamente qua, che possono essere già state vecchie amiche, persone che facevano parte della tua famiglia che sono qui per aiutarti in questa tua missione.

Cosa pensa Sonia

Quindi aiutami adesso dandomi qualche indizio, perché se no sono troppo vaga... Sonia: “io finora sono basita, perché la condizione che mi hai descritto iniziale di questi ambienti chiusi che in realtà descrivendoli così, io li vivo, li sento e li rivivo, li rivivo come ambienti protetti, li rivivo come ambiente in cui mi sento sicura, e io...

Ad esempio sotto il primo lockdown che c’è stato in Italia, e io ero qui insomma non sono andata a Berlino ho incominciato a fare ceramica, ed è una cosa che mi ha dato una pace una serenità, al di là dei risultati”.. il gesto di fare qualcosa.

Sonia: “è una cosa che mi dà una pace, il mio sogno, quello che adesso io mi visualizzo, l'avevo quasi ottenuto e soffro di non averlo al momento ma spero di lavorarci... è quello di starmene tranquilla in una casa di montagna a fare ceramica” però non è la tua missione.

Sonia: “non è la mia missione però anch'io gestisco, creo... al momento sono in pausa da parecchio tempo mi servono i fondi e devo fare una campagna di crowdfounding e capire come fare a farlo, io faccio dei pop up store temporali in cui parlo di ecologia, consumo sostenibile, recupero di abbigliamento etnico per andare a ricercare di storie che ci sono dentro questi vestiti, comunità di donne e per me è un lavoro.

Io lo definisco un progetto politico, (anche tu lo definisci sociale) per me è politica c'è la moda intesa come politica, questa campagna che io faccio di sensibilizzazione è un lavoro che mi ha dato molte soddisfazioni e poi, purtroppo, c'è stato un cambiamento per questioni personali e adesso sono ferma e sto cercando di capire se è il caso di farlo ripartire o meno e sono molto combattuta tra questa dimensione di tornare a chiudermi in me e questa mia dimensione sociale..perché sono Pesci e anche Gemelli..”

Il Pesci si, è il tuo Sole in Pesci e il tuo ascendente in Gemelli, però ricordati che tornare indietro non si può cioè, non puoi andare a ripetere una vita che hai già fatto, la tua anima griderebbe forte, cosa stai facendo?. Sonia: “sono molto eccitata dalla ceramica e stare in montagna”

Visione concentrazione e focalizzazione

Dev'essere un conforto, nel fare qualcosa che conosci che ti dà sicurezza, tranquillità ma tu devi buttarti nel mondo, tra l'altro, ho dimenticato un piccolo particolare, ti ho detto che devi essere tu che porti e insegni queste cose, queste tue conoscenze e infatti quel progetto che hai è perfettamente allineato.

Sonia: “ma infatti si, mi hai detto, sono io che ho fatto questa campagna di sensibilizzazione da dieci anni sulla moda sostenibile che adesso è capita, dieci anni fa era una cosa fuori” brava, perché infatti ho dimenticato di dire che il passaggio importante che tu fai è avere fiducia nella tua visione della tuo opinione del futuro.

Concentrati proprio su come tu riesci a visualizzare il futuro che desideri e poi porta avanti un progetto sociale che ti spinga in quella direzione, cioè per te anche l'applicazione delle leggi universali della legge di attrazione della creazione della tua realtà non è qualcosa di privato, io voglio un amore bellissimo, io voglio stare bene, io voglio una nuova casa, per te è un progetto sociale.

Visione, concentrazione e focalizzazione sulla tua visione, a questo punto, coinvolgimento degli altri quando è il momento giusto e partire.

Probabilmente adesso, questo è un blocco che abbiamo avuto tutti, quello del lockdown un po' tutti, non entriamo in questioni di questo genere, però diciamo che è servito a tutti per rifare un attimo il punto su se stessi, su cosa vogliamo.

Sonia: “per me era molto chiaro prima del lockdown avevo una visione chiarissima di un futuro possibile di uno dei futuri possibili che era un futuro in quello nella mia sfera sociale”

Prova a verificare la tua missione nella vita qui

Il lockdown ti sta aiutando, perché oltre a te lo stanno capendo altri miliardi di persone forse in questo senso ti sta un po' aiutando, aspetta che arrivino agli altri, perché sono in ritardo.

La visione spirituale dell’economia

Sonia: “vorrei arrivare comunque, continuare ad arrivare prima perché è più redditizia, no!... scusami cioè, sì, ok lo scopo sociale e tutto,  ma c'è bisogno..” Si certo dovrai essere anche tra i primi, perché se no poi dopo lo fanno tutti, però se lo fanno tutti diventa anche più facile parlarne e farlo, tu non ti preoccupare della concorrenza ecco questo sarà anche una nuova cosa del nuovo mondo se vogliamo parlare di questo secondo me, che il concetto di concorrenza cambierà totalmente.

C'è spazio per tutti questa è la visione spirituale dell'economia e che c'è spazio per tutti Sonia: “ma si infatti, io sono assolutamente comunitaria di condivisione dei saperi delle capacità anche perché, si sviluppa una cosa che non che da soli non si riesce a sviluppare”.

Certo ma soprattutto non c'è più come visione quella della multinazionale, che al controllo globale, ma ci sono tanti miliardi di persone e a te, te ne basta qualche decina di migliaia per fare il tuo progetto, non è che devi conquistare il mondo.

A questo punto ognuno si trova il suo spazio e la sua nicchia e va avanti, ma il concetto qui è molto importante che tu non perdi di vista quella visione che avevi magari con città recuperala, raffinala, aggiustala in data. Quello che ha imparato adesso e aspetta il momento giusto per partire.

Chiaramente sta arrivando, ma non è ancora adesso, però ognuno deve capire.

Sonia: “anche adesso, perché io sono quasi pronta, ma ho delle titubanze, quello, devo capire se devo affinare un altro po'” e tu finché non hai l'opportunità visibile di fare qualcosa affina, non puoi fare altro.

Sonia: “l'opportunità è forse visibile e qui viene in gioco quella grossa problematica della grave mancanza di fiducia nelle mie possibilità” concentrati sul lavoro su te stessa.

I blocchi karmici

Questa è una cosa interessante, se vuoi facciamo qualche minuto su questo, perché ci sono questi blocchi, chiamati blocchi karmici o comunque limitazioni, a me piace dire che queste limitazioni che sono date dal pianeta Saturno è perché se noi venissimo sulla terra senza limitazioni saremmo come Dio.

Saremmo perfetti per cui un po' di limitazioni ce le dobbiamo dare, anche perché a parte lo scherzo... è che la limitazione serve come per eliminare la possibilità di vedere tutta la luce, se noi non chiudiamo certi canali, non vediamo più la realtà, vediamo la matrice allora per vedere la realtà come la vediamo noi dobbiamo avere i nostri occhiali colorati, che vuol dire che c'è qualche colore che manca.

In questo modo noi riusciamo a vedere le forme, altrimenti non vedremmo niente, sarebbe tutto luce, a questo punto tu hai dovuto avere una limitazione, è una limitazione sul lato emozionale, sul lato delle emozioni, delle sensazioni.

Perché il tuo percorso non richiede un intervento troppo emozionale, questa è una cosa che potremmo capire un po' meglio, ci potrebbe essere il rischio di essere troppo coinvolti emozionalmente.

Invece tu dovendo andare verso la mente superiore, tu sai che i nostri corpi sottili sono sempre più in alto e che il corpo mentale è sopra il corpo emozionale, cosa vuol dire, che se è sopra è gerarchicamente più in alto a livello spirituale.

Prenota la lettura della tua missione nella vita in 20 minuti qui

Il corpo mentale è la mente, quella razionale che usiamo tutti i giorni e in cui ci identifichiamo, ma c'è anche il Sé Superiore che è la mente superiore, ora se tu stai sulla mente chiaramente non sei nel tuo percorso, il tuo percorso è andare verso il tuo Sé Superiore.

Il Sé superiore è quello che ti collega con la tua Anima, il fatto di avere un blocco sul corpo emozionale, in qualche modo ti obbliga a stare in alto, ad andare in alto con la mente, altrimenti cosa sarebbe, che la mente si preoccupa delle emozioni e andrebbe verso il basso invece deve andare verso l'alto capito io la vedo così però chiaramente è un'interpretazione.

Io mi chiedo sempre, mi metto dal punto di vista dell'anima e dico: voglio fare questa missione, voglio raggiungere questa missione, come strutturo la personalità per raggiungere questa missione?.

Se la personalità, cioè l'ego, fosse un ego tutto dedicato alla ricerca dell'emotività o comunque  fosse ben consapevole del corpo emotivo, fosse totalmente a suo agio lì passerebbe troppo tempo lì, mentre io ho bisogno di farlo andare su.

La mente e le emozioni

Allora gli do’ dei blocchi, delle limitazioni in modo che avvenga la ricerca della via d'uscita, se vedi la porta chiusa esci dalla finestra, scusa sono un po' banale ma è un po' così, però sai che vuol dire che tu non devi occuparti di aspetti emozionali, gli aspetti emozionali li puoi usare per il progetto, ma devono essere emozioni globali, non emozioni individuali.

Tipo l'emozione “creiamo un mondo migliore” e tutti si emozionano nel farlo, però deve essere collettiva l'emozione, creare un'emozione collettiva, questo si fa parte del tuo progetto e in quello non hai nessun blocco, anzi, perché comunque l’ emozione collettiva è quella che ti porta in alto.

Sonia: “però abbiamo anche bisogno di un lato emozionale privato, che bisognerebbe riuscire a gestire, che non diventi un limite un blocco allo scopo della vita” no perché li se c'è a livello come lo vedo io, non è mai un blocco ma un aiuto è chiaro che tu ti poni il problema, perché essendoci il pianeta saturno ci poniamo molto il problema di questo blocco.

Noi ci lavoriamo ci pensiamo tanto c'è molta attenzione, però è un'attenzione che ci deve portare a superare quel limite, perché si sviluppa un talento dove si mette tanta attenzione, ma non basta metterci tanta attenzione perché così (scusami il termine) te la godi lì e non fai niente, è un'attenzione creata dal blocco che ti costringe a continuare a pensarci e lavorarci.

Ricordati che Valentino Rossi ha Saturno in prima casa come te, se ti può servire d'esempio, come molte eprsone che hanno molto successo, perché partendo dalla mancanza di autostima sviluppano un talento.

Sonia: “si, è una persona determinata mi sembra anche che comunque abbia anche una bella gioia di vivere, quello che non vorrei diventare troppo o disumana o asceta o non saper gestire le emozioni private”

Non vai verso l'ascetismo, la disumanità, scettica, ma vai verso la gioia, perché la direzione è anche verso il segno della gioia, se tu ti rifugi chiusa in casa a fare l'amanuense o a fare le ceramiche, non sei in cerca della gioia, sei nella consolazione rivivendo qualcosa che conosci già bene, nella tua zona di comfort.

La direzione della vita

Non è facile andare nella direzione della vita, tutti quanti abbiamo questo ostacolo che ci sembra difficile e la critichiamo, troviamo i lati negativi Sonia: “io ci sono andata più nella prima direzione della missione, poi ultimamente sento di voler solo ritirarmi alla mia dimensione, che invece precedentemente non avevo valutato”.

Questo lo puoi fare, però non deve essere l'unica cosa, se no non evolvi, cioè evolvere ripeto sempre, andare in una direzione opposta ma aggiungendo integrando non cancellando il passato e andare da un'altra parte è un'integrazione quindi puoi sempre tornare indietro in quello che sai fare bene, però è chiaro che se metti l'attenzione e il tuo impegno tutto lì non evolvi.

Evolvere vuol dire andare verso lo sconosciuto, verso la Sonia: “è tanto rassicurante” si puoi tornare a far le ceramiche, non è che devi smettere Sonia: “sarò chiusa in casa e fare delle cose, [Risate] con questo lockdown, una sicuramente devi tirare fuori quel lato lì, di stare benissimo, protetta benissimo con me stessa, proprio”

Hai gli strumenti per superarlo bene, poi appena si riapre vai, poi immagino che ci sia un lato web su questo progetto, cioè non è che devi andare in giro con la valigia per tutto il mondo. Sonia “l'ho già fatto” infatti, lo so.

Bene cara, ti saluto, con questo abbiamo finito, poi ci sentiamo in altri momenti per approfondire.

Sonia: “Ti ringrazio intanto, perché tutto sommato, mi hai detto delle robe... cioè insomma roba che c'è da lavorarci, ma è lì” è una indicazione, poi sei tu di costruirci intorno. Sonia: “per ora bisogna comunque pensare all'autostima perché ho bisogno di continuare a scoprire me stessa e ho bisogno di essere più autonoma” intanto vedrai che diventa un talento, se ci lavori vedrai.

Ciao cara, grazie mille a presto.

 

Iscriviti a nostri corsi su Youtube per manifestare i desideri

 

 

Loggati o Registrati per lasciare un commento