Astrologia oraria, sincronicità e divinazione

Siamo abituati ad associare l'astrologia agli oroscopi che vediamo in tv o leggiamo sui giornali, mentre invece quella è solo una piccolissima parte di tutto quello che l'astrologia può offrire e farci capire. L'astrologia è una disciplina complessa e spesso purtroppo bistrattata poiché si associa alla superstizione e alle false credenze. In realtà è un potente strumento di conoscenza di sé stessi e del proprio vissuto, qualora sia utilizzata e approcciata nella maniera giusta.  Esistono diverse branche dell'astrologia e ognuna è finalizzata allo studio e all'analisi di argomenti ben precisi. Esiste l'astrologia karmica, l'astrologia medica, l'astrologia delle relazioni (sinastria), l'astrologia indiana, l'astrologia classica... Quella di cui parliamo oggi è l'astrologia oraria. L'astrologia oraria rientra in quell'ambito dell'astrologia che si occupa di divinazione.

Cos'è l'Astrologia oraria

L'astrologia oraria è un tecnica di divinazione molto antica. Il suo ideatore fu William Lilly che nel 1647 scrisse un compendio che ad oggi rimane il testo più completo e valido per avvicinarsi e capire questa branca dell'astrologia. L'astrologia oraria si occupa di dare risposta a domande importanti che ci poniamo oppure a fare chiarezza su situazioni nebulose o ambigue. Che si tratti di dubbi amorosi, di questioni lavorative o familiari, l'astrologia oraria può essere utilizzata come una luce laser diagnostica, che individua i dettagli precisi all'interno di una data situazione, rivelando al contempo le dinamiche sottostanti che possono portare alla trasformazione e alla crescita spirituale della persona che esprime la domanda.

Divinazione

Il grande astrologo Dane Rudhyar ha paragonato la pratica dell'astrologia oraria a un'espressione universale di intelligenza e armonia. Rudhyar ha enfatizzato l'importanza che il richiedente sia in uno stato di "bisogno effettivo di risposte" per ottenere risultati validi: la carta del momento può essere letta in modo attendibile solo quando si riferisce a una questione di vera necessità - quando il richiedente cerca una guida in un momento importante della sua vita. Rudyar scrisse: "Ogni carta oraria prodotta in risposta a un'esigenza che è ben formulata e reale dovrebbe essere considerata un'espressione dell'intelligenza universale, che cerca di ristabilire quell'armonia che è stata rovinata dal problema che ha generato il "bisogno effettivo di risposte"..".

Conosci Caterina Storti la nostra esperta di astrologia oraria

Questa visione si accorda strettamente con la visione classica della divinazione. Gli antichi si rendevano conto che, nella maggior parte dei casi, affinché un oracolo funzionasse con successo doveva esserci una partecipazione da parte dell'individuo che cercava una guida. Per esempio, i supplicanti che visitavano l'Oracolo di Delfi dovevano partecipare ai rituali preparatori prima che l'oracolo potesse esprimersi ed erano invitati a "conoscere se stessi" come parte di questo processo.

In un contesto contemporaneo, non è più necessario avere questo tipo di "preparazione" e la conoscenza scientifica del funzionamento dei campi energetici ci conferma che la connessione tra richiedente e astrologo può avvenire anche a distanza. Nel momento in cui l'astrologo si "connette" simultaneamente con il cliente e con il cielo lanciando la domanda, crea la connessione sincronica tra il cliente, la carta e il cielo e possiamo aspettarci che le carte orarie forniscano informazioni affidabili. Condizione fondamentale è che ci sia una reale necessità da parte del cliente di risolvere una situazione difficile. Le carte parlano raramente quando vengono lanciate per speculare su curiosità di passaggio.

Oggi il futuro non è più inteso come predeterminato da forze superiori ma come co-creazione tra l'Universo e l'individuo. Di conseguenza la divinazione non è più intesa come previsione di un unico futuro ma come conferma se in questo presente si è sulla buona strada o no nel raggiungere un futuro desiderato. La divinazione consiste nell'ottenere informazioni utili ma non necessariamente positive o negative: se si è nel flusso dell'Universo, il nostro desiderio ha l'opportunità di realizzarsi, mentre se si è fuori dal flusso la carta oraria (o lo strumento di divinazione scelto) lo evidenzierà, ponendo il richiedente nella posizione di modificare il suo atteggiamento o le sue scelte se desidera ritrovare l'allineamento con la dinamica universale e rientrare nel flusso. Quando la risposta al quesito è diversa da quella desiderata, il segnale dell'Universo è quello di ritrovare una nuova centratura interiore e di accettare la lezione che si nasconde dietro all'evento indesiderato. Per fare un esempio facile, è come formulare un quesito al "capo" per sapere se la direzione che stiamo prendendo è approvata oppure no.

Astrologia oraria e sincronicità

Come ogni altra arte divinatoria, anche l'astrologia oraria risponde al principio della sincronicità, così denominato da Carl Gustav Jung e da lui definito quale "…corrispondenza tra due o più eventi senza una relazione causale e che hanno lo stesso contenuto significativo o un senso simile; …questo attraverso un'opposizione alla nozione di sincronismo che indica soltanto il semplice fatto della simultaneità di due fenomeni." (C. G. Jung)

Un evento sincronico può essere letto come un messaggio inviato da un principio superiore, che possiamo chiamare coscienza universale o anima del mondo, che arriva nella nostra vita attraverso il verificarsi di due eventi apparentemente separati tra loro ma allo stesso tempo uniti da un significato profondo, che trascende lo spazio e il tempo. Il messaggio che arriva è codificato attraverso dei simboli che sono profondamente significativi e generano forte emozione in chi lo riceve. L'emozione nasce dal riconoscimento che il fenomeno ha un significato importante per la persona che lo riceve, che attraverso questo fenomeno sperimenta un momento di intuizione improvvisa che la apre a nuova consapevolezza (quello che gli americani chiamano "aha moment"). L'intuizione ricevuta consente alla persona di comprendere esattamente come interpretare il simbolo e come agire di conseguenza in relazione a una questione importante di cui si stava occupando o a cui stava pensando nel momento in cui si verifica il fenomeno.

Nel caso dell'astrologia oraria, l'astrologo si pone come intermediario tra il richiedente e l'Universo e attiva la sincronicità con l'Universo "su richiesta" (come un tempo faceva l'oracolo). Nell'Universo ogni cosa è riflesso di qualcosa d'altro e nulla può essere visto come puramente casuale o totalmente preordinato, ma tutto segue un movimento sincrono e ordinato: se la domanda del richiedente si inserisce armonicamente nel flusso, nello scorrere dell'energia dell'Universo per trarne ispirazione e insegnamento, la risposta sarà significativa. In caso contrario la risposta può essere negativa o poco chiara, per indicare che lo stato psicologico del richiedente presenta delle forme di ossessione o cerca una forzatura degli eventi e che l'Universo non può accogliere la sua richiesta nel processo di co-creazione della realtà. Inoltre è sempre per il principio della sincronicità che il momento in cui un cliente cerca la guida astrologica è psicologicamente significativo e non casuale. Quel momento può essere considerato il punto in cui inizia il viaggio della persona verso la ricerca di una soluzione. Il momento in cui inizia a impegnarsi attivando il processo della sua "guarigione". Questo potrebbe essere il momento in cui manda un' e-mail all' astrologo per delineare le sue preoccupazioni. In questo caso stiamo ipotizzando che le persone cerchino le proprie soluzioni quando è il momento giusto per loro.

Hai una domanda importante per te? Prenota il tuo consulto con Caterina Storti!

Tag:

Lascia un commento