• Scritto da: Simona Biasibetti
  • Pubblicato In: Life Coaching
  • Data Pubblicazione: 2019-04-24
  • Hits: 319
  • Commento: 2

Raggiungi il tuo peso ideale con il coaching nutrizionale

Quanti di noi sono soddisfatti del proprio corpo? Quanti di noi riescono a guardarsi allo specchio senza trovare alcun difetto? Quanti di noi riescono ad amare il proprio corpo nella sua totalità? La risposta credo sia piuttosto scontata: decisamente pochi. Via libera perciò a diete drastiche, barrette energetiche che sostituiscono i pasti, palestra e digiuni vari alla ricerca di una forma fisica che sventola davanti a noi come una bandiera ma che quasi mai riusciamo a toccare. Questi momenti di totale penitenza per il corpo e per la mente possono durare per brevi periodi. Quello che spesso succede è che si sgarra una volta “perché tanto per una volta che vuoi che sia!”e poi non si riesce più a rimettersi in riga. A differenza di quanto ci hanno sempre fatto credere, l’uomo non è fatto per soffrire, non è fatto per la privazione, né tantomeno per la tristezza. L’uomo è stato creato per gioire, sì per essere felice e questo il nostro cervello lo sa bene. Allora cosa dovremmo fare? Abbandonarci alla libagione e lasciare che il nostro corpo paghi gli effetti degli eccessi perché il nostro cervello non accetta la parola “non”? La giusta via sta sempre nel mezzo. Se è vero che non possiamo costringerci ad una vita di continue diete è anche vero che il corpo custodisce la nostra anima. Pertanto va mantenuto e gestito come qualcosa di sacro e perfetto. Il nostro corpo contiene la nostra anima, è l’involucro che custodisce qualcosa di più grandioso, immenso: noi! Perciò dobbiamo fare in modo che sia bello e in perfetta forma per durare più a lungo possibile. Ma come si fa? Il coaching nutrizionale può aiutarci. Vediamo come.

Coaching nutrizionale cos’è?

Il cibo è energia ed è strettamente legato non solo alla fame fisiologia ma soprattutto alla fame emotiva. Come si può risolvere un problema strettamente correlato alla sfera emozionale semplicemente ricorrendo a calcoli di kg e calorie? Inoltre tutte le diete andate in malora, le iscrizioni in palestra andate a vuoto e le cose che restano sempre uguali, generano un senso di frustrazione e di colpa che mettono la persona nella condizione di non sapere più dove dirigersi per attuare il cambiamento e raggiungere finalmente il peso ideale. Il coaching nutrizionale è fondamentalmente una riprogrammazione che riguarda in primo luogo il modo di pensare della persona che vuole raggiungere un obiettivo. Dopodiché la riprogrammazione investe anche l’alimentazione e infine le abitudini di vita. E’ un percorso che accompagna chi vuole sentirsi più in forma, dimagrire e sentirsi finalmente più bello. Si parte dall’analisi della situazione attuale in cui si trova la persona: le misure, l’altezza, il peso, la data di nascita,le abitudini alimentari e il tipo di attività fisica svolto. Poi si fissano gli obiettivi: cosa vuole cambiare la persona e cosa vuole arrivare a vedere riflesso nello specchio. Sulla base di queste indicazioni, il coach nutrizionale mette a punto un percorso su misura che parte prima di tutto dalla riprogrammazione dei pensieri autosabotanti, dalla rielaborazione dell’immagine che la persona ha di sé attraverso piccoli passi semplici e pratici: da consigli nutrizionali riguardo la quotidianità con il cibo per imparare a mangiare senza ansia e infine con consigli mirati sul corretto abbinamento di un attività fisica che rispetti le preferenze della persona.

Vuoi perdere peso ma non sai da dove cominciare? Fai una chiacchierata con la nostra Simona Biasibetti

Il percorso di coaching nutrizionale in tre punti

Ecco i 3 punti fondamentali sui quali si sviluppa un percorso di coaching nutrizionale dedicato al raggiungimento del peso ideale.

AMA TE STESSO. Smetti di pensare alla dieta e agli estremi

La parola dieta viene percepita inconsciamente dal cervello come restrizione e punizione. Questo è il motivo principale per cui una dieta fallisce. Abbiamo detto che il cervello va nella direzione opposta a tutto ciò che è imposizione e sofferenza. Perciò è inutile costringersi in regimi alimentari impositivi e restrittivi: il nostro subconscio li vive come privazione, perciò mette automaticamente in atto una sorta di sabotaggio.

“Mangia come se ti amassi non come se ti odiassi”.

Pensa al tuo corpo come qualcosa di sacro, comincia ad ascoltarlo, ti servirà sempre meno autocontrollo in quanto le tue scelte salutari diventeranno naturali poiché fatte con consapevolezza e rispetto di te stesso.

Ti presentiamo Simona Biasibetti esperta in coaching nutrizionale

EMOZIONI. Fame nervosa e fame emotiva

Il cibo è usato come compensazione a ricorrenti stati emotivi: tristezza, rabbia, ansia, difficoltà con il partner, disagio per le difficoltà lavorative. La tensione si manifesta con una sorta di voracità, di esagerazione nella quantità e qualità dei cibi ingeriti. I pensieri determinano gli stati d’animo e di conseguenza le azioni. Per ottenere risultati positivi serve lavorare sulla riprogrammazione delle convinzioni limitanti e sulle energie che determinate situazioni continuano a sviluppare.

“Accogli e osserva le tue emozioni senza giudizio”

Nessun meccanismo di sensi di colpa e punizioni, ma un metodo di gratificazione intrinseca ed estrinseca che sviluppa un sistema circolare e virtuoso per raggiungere i risultati.

PENSIERI LIMITANTI. Smetti di concentrarti ossessivamente sul perdere peso concentrati sul peso ideale che vuoi raggiungere, la forma che vuoi avere!

Quello che pensi nella mente, si espande nella tua vita. Troppo spesso si continua a pensare ai chili di troppo, al jeans che non entra, al giudizio delle persone Così facendo si continua ad ossessionarsi su ciò che non si vuole, in questo modo la mente non fa che esaudire quel pensiero ossessivo , costante e formulato al negativo, amplificandolo. La nostra mente non concepisce di poter perdere qualcosa, ecco perché concentrarsi sul voler a tutti i costi perdere, eliminare, togliere non funziona. Molto meglio concentrarsi su ciò che si vuole guadagnare: più salute, più vitalità, più autostima, un corpo nuovo. Raggiungere il peso ideale è una trasformazione che tiene conto della complessità dell’animo e della mente umana, e finché non si prende consapevolezza dei propri schemi di pensiero sarà assai difficile che qualche soluzione trovi riscontro effettivo.

Il percorso di di coaching nutrizionale è una trasformazione completa della persona, a 360 gradi, ma a differenza delle classiche soluzioni, per far sì che il risultato perduri nel tempo e ogni sforzo non vada perduto, si parte dalla mente per arrivare al corpo, si parte da dentro per arrivare a cambiare fuori. Il trucco di tutto sta sempre nella quantità di amore che siamo disposti a dare rispetto a ciò che abbiamo. Più siamo in grado di amare il bagaglio con cui siamo arrivati su questa Terra, sia esso il nostro corpo o tutto quello che è in esso contenuto, più riusciamo a raggiungere obiettivi impensabili. Se riuscissimo per un attimo a pensare al nostro corpo come a nostro figlio, o alla persona della quale siamo innamorati avremmo già fatto un grosso passo avanti. Il cambiamento, quello vero, non è qualcosa che arriva come un colpo di vento che spazza via tutto il resto, il cambiamento si costruisce giorno per giorno. Impariamo a guardare le cose belle di noi, proviamo a cercare nel nostro corpo ciò che ci piace. Ogni giorno una cosa in più. Questo ci farà venire voglia di migliorare per trovarne sempre di più. Allora sarà naturale mangiare nel modo giusto e fare attività fisica perché ci da piacere e non perché ci sentiamo costretti.

Tag: nutrizione

Commenti

Scritto da 2019-05-15 15:22:53 Postato da Viviana Link al Commento
Cara Gabriella, Simona vive a Varese , i suoi percorsi individuali sono fruibili ovunque via skype!
Scritto da 2019-05-10 08:10:24 Postato da Gabriella Sichel Link al Commento
Vorrei contattare Simona Biasibetti. Vive a Lugano?

Lascia un commento