• Scritto da: Viviana Bertoglio
  • Pubblicato In: Energia e vitalità
  • Data Pubblicazione: 2020-03-07
  • Hits: 769
  • Commento: 0

Meditazione guidata: trasforma la paura in amore n. 1

In seguito alle restrizioni collegate al diffondersi del Corona Virus, Phedros ha offerto una serie di meditazioni guidate in diretta su Facebook condotte da Viviana Queirolo Bertoglio per trasformare le proprie paure in Amore e gradualmente procedere nella direzione di diventare guida e solliveo alla paura per gli altri.

Qui proponiamo il primo video, puoi scaricare direttamente il file mp3 della meditazione qui  e un esercizio per elaborare la paura.

 

Guarda il video qui:

Ecco la trascrizione del video:

Prima Meditazione guidata per trasformare la paura in amore 

Credo che con il nostro gruppo possiamo fare molto, soprattutto per aiutare gli altri .

Prima di tutto però ovviamente dobbiamo essere sicuri di aver elaborato bene noi la nostra paura e quindi vi propongo di fare un lavoro un po’ prima su di noi e poi ovviamente trasferirlo sugli altri.

Ciò su cui ci concentriamo si espande

Quello che vorrei dire come anticipazione è che voglio ricordarvi che la legge di attrazione, tutte le leggi universali che noi studiamo insieme si applicano anche in questo caso.

Innanzitutto dove noi mettiamo la nostra attenzione, lì  stiamo dando forza, stiamo dando energia a quella cosa a cui pensiamo continuamente, quindi favoriamo la creazione e l'aumento di potere di questa cosa.

Cosa significa?

Che se noi ci agganciamo a questo pensiero collettivo che ormai si è creato di grande paura, che viene fomentato in vari modi, chiaramente non facciamo altro che contribuire alla sua crescita.

Persone che lavorano su se stesse per realizzare una crescita spirituale necessariamente devono essere un po’ dei pionieri nei confronti degli altri, devono aiutare gli altri a vincere queste paure prima di tutto vincendole rispetto a se stessi.Quello che vi voglio dire è che se noi applichiamo la legge di attrazione sappiamo che ciò su cui ci concentriamo si espande.

Cosa sono e come posso usare le leggi Universali? Corso on-line gratuito!

La paura è l'opposto dell'amore.

La paura può trasformarsi in amore: si applica la legge di polarità quindi si può applicare come abbiamo sempre fatto la famosa regola che quando sentiamo paura dentro di noi ci rendiamo conto che è un’emozione negativa.

Quindi cosa facciamo?

Diciamo a noi stessi “questa emozione negativa io non la voglio, io non voglio avere paura”. 

Ma nel momento in cui diciamo io non voglio avere paura sappiamo che dobbiamo andare nella direzione opposta cioè sul lato opposto della polarità e per arrivarci dobbiamo dire

Che cosa voglio invece ?

Facendoci la domanda  “che cosa voglio invece?” noi ritroviamo la risposta:  Amore,  perché l'opposto della paura è l'amore, non è il coraggio.

L’odio è l’ombra dell’Amore

Vi ricordo che se noi guardiamo odio-amore non sono opposti, ma sono l'altra faccia della medaglia. Quindi l'odio è l'ombra dell'amore, quando c'è odio è una versione distorta dell'amore quando invece c'è paura siamo proprio sui due lati opposti della polarità e quindi bisogna fare un passaggio importante di cambiamento  della polarità.

Segui questo breve corso on-line sulla legge di attrazione e impara come usarla!

Le forme pensiero collettive

Questo a livello teorico, ora ovviamente vi ricordo che le forme pensiero le creiamo collettivamente quindi in questo momento c'è già una forma pensiero molto molto potente intorno a noi che è creata dalla collettività.

Noi possiamo staccarci, restare individualmente consapevoli di ciò che vogliamo, pensare di riprenderci la proprietà del nostro pensiero,  il nostro potere di decidere a cosa pensiamo e non farci trascinare dentro questa forma pensiero collettiva distruttiva nello stesso tempo.

Una volta che ci siamo riappropriati della nostra capacità di pensiero individuale ovviamente mi auguro positivo, potenziante a quel punto possiamo collettivamente anche noi agire per attenuare se non trasformare completamente la forma pensiero.

Se fossimo un gruppo numerosissimo si potrebbe anche addirittura trasformare completamente questa forma pensiero che si è creata.

Ognuno può fare il meglio che può

Comunque ognuno di noi deve fare il meglio che può e quindi basta fare il nostro meglio, non possiamo pretendere di avere il potere di cambiare il mondo. Per cambiare il mondo cominciamo da noi stessi.

Se noi riusciamo a gestire le nostre paure siamo poi in grado di aiutare gli altri a gestirle e questa è la forma più alta di amore che possiamo dare.

Sto parlando da tecnico, dico solo state lontani  da tutti quelli che continuano a spingere sul lato negativo delle situazioni e che vi attaccano  i loro pensieri negativi.

Invece cercate quando vedete una cosa così di rifare l'esercizio di stasera per  ritornare al pensiero positivo perché noi vogliamo creare una società  dove regna il pensiero della crescita, l'espansione, la gioia, non certamente una società che si rifugia dietro le sue paure.

Vi chiedo adesso se siete d'accordo di cominciare con me questa breve meditazione.
 

Scarica la meditazione che segue in formato mp3 qui 

 

Se vuoi vedere/ascoltare le  meditazioni successive le trovi qui:

 

Come elaborare la paura

1.    Riconosci l’emozione che è in te
2.    Evita di scriverne e parlarne per trasferire la vibrazione bassa sugli altri (è contagiosa)
3.    Cerca un luogo intimo dove puoi stare solo
4.    Chiudi gli occhi
5.    Entra in contatto con questa emozione dentro di te
6.    Stai con l’emozione, senza scappare 
7.    Senti la vibrazione dell’emozione, senti dove parte e dove si trova nel tuo corpo (di solito nel terzo chakra , il plesso solare, ma dipende da te
8.    Segui dove si espande in tutte le cellule del tuo corpo
9.    Resisti alla fatica di starci assieme
10.    Se non ci riesci esci pure e fai qualcosa, ma riprovaci il giorno dopo
11.    Concentrati e immagina di mandare la tua luce verso quella parte del corpo
12.    Se utile ripeti io non sono questa paura , io sono la mia anima che è venuta a dissolvere questa paura
13.    Osserva i pensieri e se vedi dei pensieri automatici che vogliono riportarti verso la preoccupazione prova a osservarli e a dire ora no, non ho tempo per questo pensiero mi spiace
14.    Riprendi a inviare luce.

Lascia un commento