Umiliazione: la ferita emozionale della Vergine e del Pesci

Come abbiamo visto nel post sulle ferite emozionali e segni zodiacali, le cinque ferite emozionali individuate da Lise Bourbeau (ingiustizia, tradimento, rifiuto, abbandono, umiliazione) sono state associate ai segni zodiacali da Fabrizio Mariotti, che ha aggiunto la sesta ferita (autoritarismo).

Se il tuo segno zodiacale o il tuo ascendente  è Vergine o Pesci, una delle ferite della tua personalità è l'umiliazione; se il segno dei tuoi nodi lunari è Vergine e Pesci, la tua ferita dell'anima, ereditata dalla famiglia è l'umiliazione.

Umiliazione: segno zodiacali della Vergine e del Pesci

Questa ferita si risveglia nel periodo in cui la persona inizia a sviluppare la sua autonomia e di solito nei confronti del genitore che si è occupato del suo sviluppo fisico (generalmente la madre). Il bambino percepisce la mancanza di libertà e si sente umiliato dal controllo che il genitore esercita su di lui.

Per non sentire la sofferenza che gli provoca l'apertura di questa ferita indossa la maschera del masochista.

Struttura fisica. La persona che soffre di umiliazione spesso sviluppa una massa di grasso di cui si vergogna. Quindi sono spesso persone grasse e rotonde, piuttosto muscolose. Il collo è grasso e rigonfio e si notano tensioni alla gola, alle mascelle o alle pelvi. Il viso è rotondo, aperto e gli occhi sono innocenti come quelli dei bambini.

Carattere. La ferita da umiliazione porta la persona a diventare più efficiente e solida possibile proprio per non essere più controllato. Ha spalle belle larghe in quanto tende a farsi carico di più cose possibili. Inoltre esercita su sé stesso e sulla sua vita un ferreo controllo, proprio per non dover avere modo di vergognarsi di nulla. Non gli piace andare di fretta, mai. Sono persone che generalmente fanno più difficoltà ad esprimere le proprie necessità e i propri desideri. E spesso, nonostante si occupano molto di far star bene gli altri, si sentono senza cuore. Hanno la tendenza a sminuirsi e a far ridere gli altri prendendo di mira i propri difetti. Si fanno male da soli, prima che lo facciano gli altri.

La causa del trauma è un'alimentazione o evacuazione forzata.

Come reagisce una persona che soffre di umiliazione? La persona trattiene, ha difficoltà a raccontare i suoi problemi, perché "i panni sporchi si lavano in casa" così gli è stato insegnato.

Il sesso è vissuto come qualcosa di cui vergognarsi ma è molto sensuale. Tuttavia come tutti gli altri bisogni, anche quello di tipo sessuale non è ascoltato né assecondato per non creare vergogna nella madre.

La più grande paura , in chi soffre di umiliazione, è la libertà. Quando queste persone si sentono libere si danno alla pazza gioia, vivono la vita a fondo e di ogni cosa abbondano. il "troppo" diventa un must e per loro questo non è tollerabile poiché essere senza limiti potrebbe portarli a fare cose di cui poi dovrebbero vergognarsi. Perciò usano qualsiasi mezzo per limitare la propria libertà e spesso lo fanno usando gli altri. Chi soffre di umiliazione ha sempre bisogno di accudire qualcuno. Attirerà a sé situazioni che limitano la sua libertà, perché pensa che occuparsi di tutti quelli che ama gli garantisce di tenere tutto sotto controllo e di avere così la libertà. Ma è solamente un'illusione in quanto così facendo si mette in prigione da solo.

Il talento, che sviluppa chi soffre di umiliazione, hanno grandi capacità organizzative e di servizio sociale (Vergine). Una grande predisposizione ad opere di carattere umanitario e sociale (Pesci).

L'affermazione che dovrebbe far sua, chi soffre di umiliazione, è "Io sono libero".

 

Non sai quali sono le tue ferite emozionali?

Iscriviti alla mailing list di Phedros e ricevi le tue ferite emozionali

* obbligatori
Email *
Nome *
Cognome
Giorno mese anno di nascita
Ora di nascita (anche approssimativa)
Città di nascita
 
Riferimento: 

Lascia un commento