• Scritto da: Viviana Bertoglio
  • Pubblicato In: Meditazione guidata
  • Data Pubblicazione: 2020-08-06
  • Hits: 272
  • Commento: 0

Meditazione guidata autostima: mente divina, scintilla divina

Ho pensato di fare una breve introduzione alla meditazione guidata che trovate di seguito, per parlare del tema della scintilla divina ovvero della nostra divinità.

Ho notato che ci sono molte persone che fanno fatica a riconoscere la propria divinità e quindi il loro collegamento con quella che io chiamo “mente divina, mente universale”.

Pertanto faccio una piccola spiegazione introduttiva per poi lasciarvi alla breve meditazione che ci permetterà di connetterci con la nostra scintilla divina.

Ci tengo a dare questa spiegazione perché so bene che la mente razionale ha bisogno di chiarimenti.

Guarda altre meditazione guidate: scegli quelle che preferisci tra autostima, abbondanza e relazioni!

  1. Meditazione guidata n°1 trasforma la paura di ammalarsi
  2. Meditazione guidata n°2 trasforma la paura che si ammali qualcuno che ami
  3. Meditazione guidata n°3 come dare energia a una persona cara
  4. Meditazione guidata n°4 come contattare il medico interiore
  5. Meditazione guidata  n°5 come creare il futuro che desideri
  6. Meditazione guidata n°6 come chiedere aiuto dall’alto
  7. Meditazione guidata n°7 come irradiare pace
  8. Meditazione  guidata n°8 ritrova l’ottimismo
  9. Meditazione guidata n°9 riccollegati all’abbondanza
  10. Meditazione guidata n°10 ritrova il tuo equilibrio
  11. Meditazione guidata n°11 ritrova la tua forza interiore
  12. Meditazione guidata n°12 integra la tua ombra
  13. Meditazione guidata n°13 difenditi dai vampiri energetici
  14. Meditazione guidata n°14 affronta persone o situazioni scomode
  15. Meditazione guidata n°15 sono o mi sento triste?
  16. Meditazione guidata n°16: ritrova la tua libertà!
  17. Meditazione guidata n°17: potenzia il femminile!
  18. Meditazione guidata n°18: attiva il femminile!

 

Guarda e ascolta la breve meditazione guidata

Se dico “mente divina” o “mente universale” e sentite dentro di voi che la parola divina non vi piace occorre che spieghi bene cosa intendo.

Con la parola “divina” mi riferisco al campo di coscienza esteso e più grande di noi, del quale noi siamo parte e che è responsabile della creazione di questa realtà e di questo universo.

Chiaramente noi non possiamo comprendere con la nostra mente la potenza di questa mente che è molto più grande di noi e quindi storicamente l'abbiamo chiamata Dio, l'abbiamo chiamata in modi che ci facessero capire che era qualcosa di indefinibile.

Questo però ha generato il problema ovvero le religioni hanno un pò trasformato questa mente universale, questa divinità, questo dio, in un qualcosa di intoccabile.

L’uomo non poteva più neanche minimamente paragonarsi a Dio. Pertanto molte persone sono state educate a credere che noi siamo dei semplici esseri umani e che non possiamo aspirare ad avere nessun contatto con questo Dio.

Categoria a parte sono poi tutte quelli che si dichiarano atei e che quindi hanno una filosofia completamente diversa.

Intanto tengo a precisare che per quanto mi riguarda tutte le filosofie e tutte le religioni sono valide se ci rendono felici. Quello che conta è proprio la nostra vibrazione, se siamo allineati con quello in cui crediamo perché attraverso queste credenze creiamo una realtà che ci soddisfa.

Ho proposto su Facebook nel gruppo Phedros “Legge di attrazione: esercizi e testimonianza” diversi corsi di abbondanza che hanno l’obiettivo di stimolare le persone ad affrontare i loro blocchi interiori e uno di questi blocchi riguarda proprio il concetto di essere noi stessi una divinità.

Per questo motivo io propongo spesso la parola scintilla divina o mente divina proprio perché se c'è un blocco viene fuori.

Cosa provi se dici questa frase “io sono la scintilla divina”?

E infatti è venuto fuori. Alcune persone hanno detto “io non ce la faccio proprio, devo cambiare questa parola”.

Se non ce la facciamo proprio ad accettare la parola divinità riferita a noi stessi è proprio un bel risultato: aver capito che non riusciamo ad entrare neanche in relazione con questo concetto è un indicatore molto forte di ciò su cui dobbiamo lavorare e che limita la nostra abbondanza.

Sarà necessario fare un lavoro interiore per accettare la parola stessa o per scoprire in quale modo siamo stati condizionati negativamente relativamente al concetto di mente divina.

Quello che voglio spiegare brevemente, perché credo che sia un concetto risaputo, è che ciò che io chiamo scintilla divina, mente universale, dio, responsabile di questa creazione, è dentro di noi, è qualcosa che ci collega a questa entità a noi superiore.

Vi ricordo che in oriente c'è un bellissimo saluto il namastè, che vuol dire “io saluto il dio che c'è in te”, la risposta a questo saluto è “saluto il dio che c’è in te”.

Quindi credere e dire “io sono la scintilla divina” non vuol dire sentirsi superiori agli altri perché chi riconosce di avere la propria scintilla divina ovviamente la riconosce anche dentro agli altri.

È quel qualcosa che ci collega tutti, è quel qualcosa che ci illumina e attraverso cui noi riceviamo la luce, è l'amore ed è localizzata nel nostro cuore, se proprio vogliamo proprio dargli un luogo, anche se è un pò assurdo perché siamo in un campo che è al di fuori dello spazio e del tempo.

Tuttavia ci piace localizzarla nel nostro cuore, il cuore come la porta di accesso a tutto ciò che è divino in noi.

Per concludere quando dico “io sono dio”, “io sono la mia scintilla divina”, “io mi collego con la mia scintilla divina” vuol dire che mi sto collegando all’Amore immenso di cui tutti facciamo parte.

Cosa sono e come trovare le proprie convinzioni limitanti!

Lascia un commento